L’Annuncio del nuovo Papa in radio: che gaffe!

Radio News

L’Annuncio del nuovo Papa in radio: che gaffe!

Come tutti sappiamo, lo scorso 13 marzo è stato eletto il nuovo Papa, Jorge Mario Bergoglio. La delicatezza del momento storico, con le dimissioni di Joseph Ratzinger, gli scandali della Chiesa e, tanto per rendere ancor più piccante una pietanza già di per sé sapida, la crisi economica mondiale, ha fatto sì che gli occhi di tutto il mondo guardassero con particolare curiosità e spasmodica attesa il comignolo della cappella Sistina. Tanto che, al comparire della fumata bianca (inizialmente di un grigio piuttosto ambiguo), notiziari italiani e internazionali, siti internet e social network sono letteralmente impazziti.

E mentre piazza San Pietro si gremiva di fedeli e curiosi, i bookmakers davano le ultime quote sui papabili. Quando alle 20 circa è stato annunciato il nome del nuovo Papa, molti sono rimasti interdetti: chi non lo aveva mai sentito nominare e chi, deluso, constatava che il proprio cardinale preferito sarebbe rimasto tale. Ma dall’altra parte del mondo, a New York, c’era qualcuno particolarmente spaesato: il conduttore radiofonico Mike Francesca.

Occupandosi di una trasmissione sportiva, il buon Mike si è trovato a dover affrontare una situazione per lui insolita, che poco ha a che fare con placcaggi di football o fuoricampo di baseball. Come si vede dal video, il conduttore all’inizio appare chiaramente confuso su chi si stia affacciando dalla loggia della basilica di S. Pietro.

Poco dopo, probabilmente grazie anche a suggerimenti in cuffia, capisce che si tratta dell’arcivescovo di Buenos Aires e che è proprio lui il nuovo Papa. Ma il bello viene al momento della pronuncia del nome: “Bergo…Ber…Bergoglio? Bergioglio?”. Così, per evitare gaffe, successivamente si limiterà a riferire l’età e a sottolineare la provenienza di Bergoglio, ammettendo poi, molto candidamente, di non conoscerne l’esatta pronuncia. Un annuncio che, nella sua goffaggine, ha colto in pieno il disorientamento collettivo scatenato da quel nome, sconosciuto ai più.

Articolo a cura di Nicola Zaltieri