Beyerdynamic DT 231: Cuffie semplici e comode

Strumentazione Radiofonica

Beyerdynamic DT 231: Cuffie semplici e comode

Oggi parliamo delle Beyerdynamic DT 231, come da titolo cuffie comode, leggere e a portata di tasca visto il costo irrisorio. Se cercate un buon prodotto senza troppe pretese e di buona fattura, avete trovato le cuffie giuste per voi.

La Beyerdynamic nasce nel 1924 dall'ingegnere Eugen Beyer, marchio tedesco, sinonimo di alta tecnologia applicata nel settore dell'audio professionale. Se pur considerate cuffie entry level, ovvero amatoriali, ci tengo a precisare che bisogna vedere il loro campo di utilizzo. Sicuramente non adatte ai Dj, vista la loro carenza sulle basse frequenze. Ma ideali per il lavoro in regia.

La DT 231 è una cuffia leggera, equipaggiata di un suono brillante, ottima resa sulle alte frequenze, buona nelle medie e debole sulle basse frequenze. La loro leggerezza garantisce un comfort prolungato, i morbidi auricolari (sostituibili) non stancano l'utente, punto debole della cuffia è proprio l'auricolare, che per quanto comodo è anche un po troppo caldo.

Il cavo di connessione entra in un solo auricolare, garantendo libertà e movimento durante il lavoro, dotato di un mini jack stereo (3,5 mm) e di un adattatore 1/4" (6,35 mm). Ottimo l'utilizzo di questa cuffia negli studi di home recording che consente l'acquisto di molteplici pezzi visto il prezzo di circa 35€.

Caratteristiche principali:

Tipo trasduttore: Dinamico
Principio di funzionamento: Chiuso
Risposta in frequenza: 20 - 18000 Hz
Impedenza nominale: 32 Ω
SPL nominale: 95 dB
T.H.D: <0,2%
Potenza gestibile: 50 mW
Costruzione: Sopra-aurale (on-ear)
Pressione nominale della fascia : 2N circa
Peso (senza cavo): 130 g
Lunghezza cavo: 2,5 m / cavo diritto
Connessione: Jack stereo (3,5 mm)
Adattatore 1/4" (6,35 mm)

Articolo a cura di Massimiliano Mascioli Trippa