Cesare Cremonini dichiara amore per la Radio

Radio News

Cesare Cremonini dichiara amore per la Radio

Alcuni mesi fa avevamo già avuto modo di parlare di Cesare Cremonini che, oltre ad essere un grandissimo artista, non ha mai nascosto il suo “feeling” con la radio. Quel mezzo che di fatto l’ha “scoperto” e ha trasmesso nel corso degli anni tutte le sue meravigliose canzoni.

Spesso infatti nelle interviste o dalle pagine dei Social, il cantautore bolognese ha avuto modo di spendere parole di apprezzamento verso questo favoloso strumento di comunicazione di cui sembra avere colto il fascino e la magia. Proprio quell’incanto senza tempo che ancora oggi porta chi ama davvero la musica ad aspettare l’uscita di una nuova canzone sintonizzandosi sulle frequenze di una delle tante stazioni radiofoniche italiane, magari mentre è in macchina di sera o di notte, per rendere il tutto ancora più suggestivo.

Sarà forse anche questo il segreto che ha permesso a Cesare di chiudere questo anno per lui straordinario con un ennesimo successo: il suo singolo “Buon Viaggio (Share The Love)” è stata la canzone italiana più passata dalle radio nel 2015.

E Cremonini dalla sua pagina Facebook ha colto l’occasione di questo ennesimo importante traguardo per spendere parole di grande ammirazione e rispetto verso le radio italiane e coloro che le ascoltano. Queste infatti sono state le sue parole:

“C'è chi dice che questo sia il periodo di internet, è vero ma io credo che non sia mai finito il tempo delle radio, oggi più che mai importantissime”.

Già questa prima affermazione meriterebbe una standing ovation per quanto mi riguarda, perché credo che l’artista abbia capito il valore ineguagliabile del mezzo radiofonico. In un periodo in cui la tecnologia ed Internet la fanno da padrone, in cui i cantanti sono più indirizzati a farsi conoscere ed apprezzare attraverso Social, video o quanto altro, c’è chi ha capito che la radio è unica e nessuno può e potrà mai sostituirla, soprattutto perché c’è una cosa che nessun altro mezzo riuscirà mai  avere: la possibilità di “trasmettere” emozioni a chi è all’ascolto attraverso un oceano di musica e parole.

“Non è il genere di canzoni che conta ma ciò che trasmettono. Da ‎50 Special‬ a oggi di tempo ne è passato e ne sono passati di singoli e di album, ma continuo a dire grazie di cuore a tutte le radio italiane, a chi ci lavora con la passione di sempre, e al pubblico che le ascolta!”

I grandi artisti sono per me quelli che sanno emozionarti con le loro canzoni ma anche con le loro parole e Cesare rientra sicuramente in questa categoria. Credo che sarebbe davvero bello per noi di Radiospeaker.it poter fare una chiacchierata con lui per parlare di musica e di radio, per chiedergli se non ha mai pensato di poter condurre un programma radiofonico oppure per sapere quale è stato il suo rapporto con la radio anche prima di diventare un cantautore affermato.

Voi cosa ne pensate?

Chi lo sa, vista l’atmosfera natalizia (da lui stesso magistralmente cantata  “per” la radio con “Eccolo qua il Natale (una notte tra tante)” credo sia lecito poter sognare e chiedere un bel regalo a Babbo Natale!

Articolo a cura di Mattia Savioni