Il Conduttore Radiofonico: Dove Trovare Notizie Sulla Musica?

Curiosità Radiofoniche

Il Conduttore Radiofonico: Dove Trovare Notizie Sulla Musica?

Musica e radio: binomio inscindibile. Quanto è importante, per uno speaker, essere sempre costantemente aggiornato sulle novità musicali e, più in generale, avere un bagaglio di conoscenze musicali spendibili nelle proprie ore di diretta radiofonica?

Se si opera in realtà radiofoniche musicalmente caratterizzate, vale a dire nelle cosiddette “radio di flusso” in cui la musica è l’assoluta protagonista e le “chiacchiere” fungono da contorno… la risposta è presto detta! Esistono diversi importanti punti di riferimento per essere continuamente aggiornati su ciò che gravita intorno al mondo della musica.

EarOne fornisce ad esempio, ogni settimana, l’elenco delle nuove canzoni che le radio programmeranno a partire dalla data indicata nel “Radio Date” e, ciascuna delle nuove canzoni, è caratterizzata da brevi schede descrittive e di presentazione che i conduttori possono consultare e “sfruttare” per le loro dirette.

Esistono poi siti internet di particolare pregio che costituiscono importanti punti di riferimento per i cultori musicali e dai quali gli speaker possono attingere per le ultime news relative al mondo della musica (dalle classifiche ai gossip sugli artisti più chiacchierati del momento, dalle recensioni degli ultimi album pubblicati alle date dei concerti più attesi). L’americano Billboard è, senza ombra di dubbio, in questo senso, la “Bibbia della musica”.

Non sfigura neanche il britannico NME (New Musical Express) … “first for music news”. A completare questa ipotetica Top 3 poi il celebre RNB Junk che riesce a stuzzicare la curiosità dei suoi lettori anche con piccole “soffiate” che arrivano dal mondo delle 7 note.

Essenziale fonte di informazione è anche la versione “digitale” della celeberrima rivista Rolling Stone che arricchisce il proprio sito con finestre sull’attualità e, più in generale, sulla cultura (non solo necessariamente musicale).

Segnaliamo anche AOL Music.

Per essere sempre informati sulle classifiche invece ogni singolo speaker dovrebbe consultare, almeno una volta a settimana, il portale Charts All Over The World che racchiude tutte le classifiche musicali aggiornate di tutti i paesi del mondo musicalmente influenti (da non sottovalutare poi il portale Mediatraffic che invece rappresenta la principale fonte di informazione per le classifiche globali che sommano le vendite dei singoli paesi del mondo).

In Italia a distinguersi è invece Rockol, prezioso soprattutto per le recensioni relative alle nuove uscite discografiche. Da segnalare poi anche Soundsblog e MusicSite: il primo è un blog costantemente aggiornato (dalle classifiche ai sondaggi musicali); il secondo si configura invece come un vero e proprio database in cui è possibile trovare qualsiasi tipo di informazione musicale (dalle ultime uscite discografiche alla lista di canzoni usate nelle pubblicità o incluse nelle colonne sonore dei film…).

È a dir poco impressionante invece il servizio fornito da AllMusic, fondamentale per qualsiasi speaker che desideri essere preciso e puntuale nel dare informazioni musicali relative soprattutto ai pezzi che hanno scritto la storia. A tal proposito segnaliamo anche Songfacts che, nella sua essenzialità, è in grado di dare veloci ed essenziali informazioni musicali sulle canzoni più importanti di sempre fornendo anche aneddoti e curiosità sulla loro composizione ed ideazione.

È chiaro però che non sempre l’identità musicale della radio in cui si lavora coincide alla perfezione con i propri gusti musicali. Regola fondamentale per essere un bravo speaker è però cercare di non far trasparire la propria riluttanza o il proprio rifiuto nei confronti di una canzone che stiamo per annunciare/disannunciare e che proprio non ci fa impazzire!

L’imparzialità (indice di professionalità) è quindi una regola fondamentale se si vuole parlare di musica in radio e informarsi, anche su ciò che musicalmente non ci fa impazzire, dovrebbe essere un assunto di base se si vuole fare il mestiere del conduttore radiofonico! E quindi… buon lavoro a tutti!

Articolo a cura di Pierpaolo Fasano