Conduzione Radiofonica: l'Interazione con gli Ascoltatori

Conduzione Radiofonica

Conduzione Radiofonica: l'Interazione con gli Ascoltatori

Tra gli obiettivi di un’emittente radiofonica vi è sicuramente quello di raggiungere un’ampia fetta di ascoltatori, soprattutto ai fini di un notevole incremento di ascolti. Considerando la quantità di radio presenti nel territorio nazionale, diventa sempre più difficile ideare novità nei contenuti che possano differenziarsi in maniera netta dalla classica interazione “trita e ritrita”.

L’argomentazione, ad esempio, di una determinata tematica potrebbe assumere sfaccettature diverse se trattata in maniera originale e inusuale. Da qui poi la possibilità di dare vita a momenti interessanti e coinvolgenti. Indubbiamente l’interazione con gli ascoltatori varia a seconda dell’emittente e del tipo di contenuto che si decide di trattare. La scelta di quest’ultimo è strettamente legata al “trend” della radio, alla linea editoriale e di conseguenza al target solitamente sintonizzato.

La differenza è data ovviamente anche dal tipo di format radiofonico; l’interazione, infatti, potrebbe basarsi su un’informazione complessa, fatta di notizie concernenti l’attualità o la politica, ma vi possono essere anche casi in cui al centro della messaggistica vi è qualcosa di leggero e frizzante, maggiormente indicato per un pubblico giovane e “alla moda”. In ogni caso, tutto potrebbe partire dalle varie argomentazioni, proposte all’attenzione degli ascoltatori e già da questa prima fase, la scelta è oculata ed originale,oltre a voler essere “fuori dal coro”.

Spesso la notizia viene “capovolta”, ovvero diviene da spunto per la formulazione di una domanda, che sembra apparentemente distante dalla news discussa in diretta. In questo modo, si cercherebbe di creare qualcosa che possa essere vicino alle vicissitudini quotidiane delle persone. In alcuni casi, i “clock” di determinate emittenti includono spazi specifici, consolidati,che creano sempre una forte risposta da parte degli ascoltatori; si tratta di rubriche o momenti riservati alle dediche musicali o quiz che catalizzano l’attenzione delle persone, desiderose di accaparrarsi l’esclusivo gadget “griffato”.

Ma ciò che colpisce maggiormente sono i canali e le modalità che oggi vengono frequentemente utilizzate e che tendono ad eliminare la classica interazione, fatta di messaggistica via sms. Infatti, con l’avanzare della tecnologia e con il costante utilizzo da parte di molti, dei social network, anche le radio si sono adeguate. Non a caso all’interno dello staff di un’emittente vi sono proprio redattori, il cui compito è anche quello di curare le pagine facebook, postando foto, sondaggi o semplici domande da porre all’attenzione degli ascoltatori.

Un futuro legato all’interazione radiofonica che probabilmente si baserà su questi nuovi mezzi, ma siamo convinti che le sorprese non mancheranno, considerando anche l’attuale e discutibile fusione di radio e tv. Staremo a vedere!

Articolo a cura di Maurizio Schettino