Controradio Sciopera per il mancato rinnovo del contratto ad una giornalista

Radio News

Controradio Sciopera per il mancato rinnovo del contratto ad una giornalista

Controradio, emittente radiofonica con sede a Firenze, in accordo con l’Associazione Stampa Toscana, ha scioperato oggi per otto ore contro la decisione dell’azienda di non rinnovare il contratto ad una collega. L’Ordine dei giornalisti della Toscana, la Cgil di Firenze e l’Anpi fiorentina hanno espresso la loro solidarietà ai lavoratori in sciopero che in una conferenza stampa hanno dichiarato di ritenere il mancato rinnovo del contratto alla collega  una “decisione immotivata, ingiusta e pretestuosa”.

L’Ordine dei giornalisti della Toscana ha espresso massima solidarietà alla redazione di Controradio: “Pur nella difficile congiuntura economica che sta mettendo a dura prova le stesse aziende editoriali -ha affermato il presidente Carlo Baroli intervenendo alla conferenza stampa- ci sembra infatti che in questo caso non ci siano assolutamente ragioni  per non rinnovare il contratto ad una collega impegnata da oltre due anni nell'emittente. Il fatto ci preoccupa particolarmente in quanto Controradio, come altre emittenti, beneficia di cospicui contributi pubblici da parte di istituzioni che  sono chiamate a  vigilare sul corretto comportamento dell'editore. Infine - ha concluso Bartoli - saremo ferrei nel  verificare se, in questo come in altri casi,  l'editore usi stagisti, al posto di giornalisti contrattualizzati; soprattutto qualora questo accada mentre i giornalisti stessi sono impegnati nell'esercitare sacrosanto il diritto di sciopero garantito alla Costituzione”.

Il segretario della Cgil fiorentina Mauro Fuso ha auspicato che l’azienda torni sui suoi passi per confrontarsi con il sindacato e trovare una soluzione diversa mentre l’Anpi di Firenze ha espresso “amarezza per la scelta politica fatta dalla direzione”. Solidarietà è stata espressa anche dal capogruppo di Unaltracittà Ornella De  Zordo.

L’estate è alle porte ma la situazione di crisi attuale cala delle ombre sul nostro Paese, in questo caso in particolare sul mondo del giornalismo e della radio. Ma la solidarietà dimostrata dalla redazione di Controradio infiamma almeno il cuore di speranza: se restiamo uniti non ci abbatteranno.

Articolo a cura di Eleonora Corgiolu