Cosa dire in Radio quando non si hanno notizie?

Conduzione Radiofonica

Cosa dire in Radio quando non si hanno notizie?

Passate le Feste e le Vacanze Natalizie,  c’è anche qualcosa di  buono: è tempo per gli amanti della radio di tornare in onda!

E allora è bene far tesoro, soprattutto per chi conduce programmi di intrattenimento, dei tanti argomenti e delle numerose notizie uscite durante il periodo Natalizio, che è per eccellenza il momento in cui, causa mancanza di dibattiti di tipo politico o scarsa attenzione alle notizie di cronaca, vengono portati alla luce da alcuni mezzi di comunicazione dei temi più “leggeri” ma a volte anche più interessanti, che normalmente non trovano spazio sui quotidiani o nei telegiornali.

Sebbene dunque viviamo in un’epoca in cui una notizia diventa “vecchia” o “passata” nel giro di poche ore, devo dire che personalmente durante queste festività ho avuto modo di raccogliere numerosi spunti di dibattito o argomenti da affrontare per intrattenere gli ascoltatori al mio ritorno “on air”.

Un consiglio importante per chi si accinge a tonare in onda con un programma di intrattenimento che non fa della notizia “dell’ultima ora” il suo pezzo forte, è dunque quello di cercare attentamente e prendere spunto da tutto.

Detto questo si sa, la bravura di uno speaker è proprio quella di saper contestualizzare un tema o una notizia, pertanto sarà compito di chi conduce riuscire abilmente a partire da uno spunto, un articolo o una frase per far nascere la curiosità e l’interesse nelle persone che sono all’ascolto, così da farle diventare “parti attive” del proprio show.

Magari i più fortunati, o quelli che hanno avuto qualche giorno di tregua lavorativa, si sono potuti dedicare alla lettura, alla visione di film, all’ascolto di nuovi dischi.

Ecco, il consiglio è quello di riuscire a fare tesoro di tutto ciò che si è visto e sentito durante le Feste, perché quello che ha suscitato il nostro interesse potrebbe attirare l’attenzione anche dei nostri ascoltatori.

Questo è il segreto di un buon conduttore radiofonico: saper “immagazzinare” quante più cose possibili (viste, udite, lette) per poterne poi parlare in diretta agli ascoltatori.

E a voi è mai capitato di farvi suggestionare da qualcosa che avete letto o visto, che è diventato 
spunto di dibattito con le persone all’ascolto del vostro programma radiofonico?

Articolo a cura di Mattia Savioni