Digital Audio Broadcasting: sarà così la Radio del Futuro?

Radio News

Digital Audio Broadcasting: sarà così la Radio del Futuro?

Il Digital Audio Broadcasting(DAB) è il sistema di radiodiffusione digitale che trasmette programmi radiofonici di altà qualità. Trasmettere in digitale presenta dei vantaggi rispetto alla diffusione analogica tradizionale: minori interferenze sonore sul segnale, ricezione automatica delle stazioni radio in funzione della posizione del radioascoltatore ricevente, miglioramento dei servizi radiofonici e introduzione di ulteriori funzioni multimediali(DLS, PAD, N-PAD) ed in più “la multiplazione” del segnale.

Il DAB potrebbe rivoluzionare il mondo della comunicazione radiofonica, infatti, permette un ascolto/immagine quasi perfetto, si può dimenticare il vecchio e insidioso “gracchiare”delle radio in FM. La musica pulita come quella dei CD e la voce dello speaker chiara e sempre comprensibile. Il DAB è rivoluzione in quanto “multimedialità”: milioni di bit da decodificare in numerosi servizi altamente competitivi e liberamente decisi e ascoltati dovunque e in qualunque momento su scelta dell'utente/ascoltatore.

Tecnicamente il DAB utilizza frequenze diverse da quelle FM. Si tratta di un sistema complesso, che prevede quattro diverse forme di trasmissione a seconda della modalità di diffusione utilizzata(satellite, rete terrestre o cavo) e della banda di frequenza. Attualmente in Italia ci sono 3 bouquet di canali radio che trasmettono anche in DAB:Club DAB Italia, Euro DAB Italia e Rai DAB. Oggi l'era della frontiera multimediale è iniziata: il DAB è una realtà in Italia.

Tuttavia non si riscontra un efficace sviluppo delle trasmissioni radio in digitale nel paese. Il circuito si limita attualmente a poche stazioni localizzate prevalentemente nelle principali aree urbane. La disciplina in materia sul territorio italiano è stata regolarizzata dall'AGCOM.

E' da ricordare che dal 2007 al DAB si sono affiancati i programmi DAB+. Il DAB+ è un'evoluzione ulteriore del sistema che permette di potenziare di due/tre volte il numero dei programmi trasmessi in un singolo multiplex, mantenendo livelli di qualità audio e di protezione alti. Enucleata in breve la questione DAB resta da chiedersi: ma il Walkman DAB è una realtà futuribile in Italia?

Commercializzato in Italia sicuramente può avere degli sviluppi imprevedibili e come ricevitore portatile può essere sfruttato facilmente da qualsiasi fruitore medio, visti anche i prezzi competitivi sul mercato. La Sony ad esempio ha lanciato anche il Walkman DAB/FM modello XDR-M1. Speriamo in un futuro sempre più concretamente “digitale” in termini di servizi per il mondo radio cosi come si sta già da tempo concretizzando con la televisione digitale terrestre.

Articolo a cura di Nicoletta Zampano