I Danni più improbabili accaduti nelle Radio

Curiosità Radiofoniche

I Danni più improbabili accaduti nelle Radio

Ogni tanto, la sera, mi piace riascoltare quello che è andato in onda durante la giornata (e che mi sono perso per svariate cause) nei grandi Network nazionali. E’ stato proprio per questo motivo che venerdì 15 Marzo, sono andato sul sito di Radio Deejay per poter sentire il “reloaded” della puntata del programma “Deejay Chiama Italia” andata in onda, come ogni mattina, dalle dieci a mezzogiorno.

Mi sono divertito molto quando Linus ha raccontato ciò che era accaduto in via Massena il pomeriggio del giorno precedente. Nikki (conduttore del favoloso programma “Tropical Pizza”, in onda tutti i pomeriggi dalle 15.30 alle 17.00), convinto che i rilevatori di fumo non funzionassero con le sigarette elettroniche, proprio il giovedì aveva fatto scattare l’allarme facendo evacuare completamente un piano del cosiddetto “Deejay Building”.

Così, in parte tranquillizzato dal fatto di sapere che anche nelle grandi emittenti, ogni tanto, succede qualche piccolo “imprevisto”, mi sono ricordato di tutti i racconti o i fatti più stravaganti a cui ho assistito nelle radio in cui sono stato. Vi propongo, qui di seguito, una sorta di “lista” (non una classifica, perché voglio che siate voi a giudicare) dei “danni” più improbabili o improponibili accaduti in alcune di esse, a cui ho avuto la “fortuna” (o la “sfortuna”) di assistere in prima persona o che mi sono stati raccontati.

- Disattivazione della corrente: accaduto una sera quando inavvertitamente un ragazzo, anziché spegnere la linea delle luci dall’interruttore generale, ha completamente disattivato l’impianto elettrico, causando così il blocco completo della radio e delle sue trasmissioni. Mica male vero?

- Accensione dell’impianto antincendio: in questo occasione non per “esperimenti scientifici”, come nel caso della sigaretta elettronica, ma semplicemente perché il soggetto in questione ha acceso una normale sigaretta, ignorando completamente i divieti presenti all’interno dell’edificio. Un genio, non trovate?

- Cedimento del microfono della diretta appeso al soffitto. In questo caso il tutto è accaduto in maniera abbastanza casuale, con un cedimento appunto, del sistema che serviva a sorreggere il microfono della diretta.

- Spegnimento e riavvio improvviso del pc della regia. Non si tratta di fantasmi, in questo caso ce la si può davvero prendere con la tecnologia e con i potenti mezzi informatici!

- Attivazione dell’antifurto in seguito al tentativo di entrare, senza chiavi e passando attraverso una finestra, all’interno degli studi radiofonici per recuperare una chiavetta usb dimenticata. Ci vuole davvero grande agilità!

- Cortocircuito del sistema di regia a causa di un bicchiere di Coca-Cola completamente rovesciato su un mixer. Ecco a cosa servono gli avvisi che mettono alcune radio con scritto “E’ vietato portare bevande all’interno degli studi della diretta” (sembra strano, ma esistono veramente).

- Interruzione delle trasmissioni sempre a causa della brusca rottura e del distacco di alcuni cavi urtati inavvertitamente da un tecnico alle prime armi, che si divertiva a fare “esperimenti” in post-produzione.

Sembrano “paradossi” o vere e proprie barzellette, ma vi assicuro che sono fatti veri al 100% a cui ho assistito direttamente o che mi sono stati raccontati da amici fidati (speaker o tecnici) di alcune radio! Ma adesso forza, è il vostro grande momento: potete finalmente raccontarci i danni che avete combinato in radio e che non avete mai avuto il coraggio di raccontare. Sono sicuro che ognuno di voi ne ha almeno uno, ma soprattutto sono certo che quelli da me elencati sono “nulla” in confronto a quelli di cui voi siete a conoscenza! Non vediamo l’ora di piegarci dalle risate, quindi forza, a voi la parola!

Articolo a cura di Mattia Savioni