Radio Monitor 2013: Prima Tranche

Dati d'Ascolto

Radio Monitor 2013: Prima Tranche

Per festeggiare il giorno dei lavoratori, con la solita attenzione che noi rivolgiamo ai lavoratori della radio, vi proponiamo i dati Radio Monitor 2013 relativi alla prima tranche (gennaio-marzo 2013).

Bisogna notare però che nella leggenda dei dati si legge che questi sono relativi a 120.000 interviste dell’indagine RadioMonitor CATI condotte tra marzo 2012 e marzo 2013. Quindi non sono dati esclusivi dei primi 3 mesi del 2013, ma dati che includono le interviste effettuate da Marzo 2012 a Marzo 2013. A tal proposito vi riportiamo le indicazioni sulle tempistiche del rilascio dei dati indicate sul sito Radio Monitor: "Sono previsti tre rilasci a cadenza trimestrale. I primi dati saranno disponibili a maggio 2013. I rilasci trimestrali avverranno a fine aprile, luglio (in corrispondenza con il primo rilascio semestrale), a metà ottobre ed entro febbraio 2014 (in corrispondenza con il secondo rilascio semestrale). I rilasci semestrali avverranno entro luglio 2013 ed entro febbraio 2014. Ogni rilascio si baserà sui 120.000 casi rilevati con la CATI ed elaborati fino a quel momento (media mobile dei 12 mesi)."

Come di consueto, vi proponiamo lo schema dei nuovi dati sull'ascolto delle radio nazionali (da marzo 2102 a marzo 2013), confrontati con gli ultimi dati ricevuti, in questo caso con i dati annuali 2012. Per i dati relativi alle radio locali potete Scaricare il Documento dei Dati D'ascolto da questo link

Il primo dato che salta agli occhi è che l'ascolto radiofonico complessivo sia aumentato di quasi mezzo milione di ascoltatori (434.000 ascoltatori in più rispetto al dato annuale 2012), e questo non può che farci guardare con positività al futuro della radio. Bravi tutti!

Tra "i più bravi" spicca RTL 102.5, che ha guadagnato altri 170.000 ascoltatori nel giorno medio e si avvicina inesorabilmente a toccare la soglia dei sette milioni di ascoltatori al giorno! Sarà questo frutto solo del potere della radio-visione?

Tra i vincitori spicca anche Radio Italia (+ 153.000), che continua a scalare la classifica avvicinandosi pericolosamente ad RDS, la quale recupera un po' rispetto ai dati annuali (+ 31.000) e deve ancora raccogliere i risultati della "neonata" conduzione a due voci.

Complimenti anche a Virgin, Capital e Kiss Kiss (rispettivamente  +62, +52 e +61 mila ascoltatori) per il recupero considerevole, segno che la strada imboccata può essere quella giusta.

Segno meno per Radio Deejay (-60.000), che dovrà rivedere meglio le strategie per la nuova stagione in partenza e cercare di arrestare la discesa con qualche novità considerevole. Stesso discorso per R101 e due delle tre RAI (Radio 2 e Radio 3) che avranno sicuramente qualche novità sul tavolo per affrontare la fine del 2013 e l'inizio del 2014.

Ora tocca a voi, quali sono i vostri commenti a caldo?

Articolo a cura di Giorgio d'Ecclesia