La Diretta Radiofonica in Esterna

Conduzione Radiofonica

La Diretta Radiofonica in Esterna

Il coinvolgimento degli ascoltatori è sicuramente uno degli obiettivi maggiormente ambito dalle emittenti radiofoniche. Tra interazioni telefoniche o mediante le nuove tecnologie della rete (social network), si tende al raggiungimento di un vasto numero di persone che, intervenendo in diretta, rendono la conduzione dinamica e stimolante.

Basti pensare all’esorbitante numero di messaggi che fanno da contorno alle varie trasmissioni dei Network nazionali, testimonianza anche dell’enorme presenza di utenti sintonizzati. Un’interazione con gli ascoltatori che può avvenire anche “vis-a-vis”, grazie all’organizzazione di dirette radiofoniche “in esterna”, dove essi divengono partecipi di interessanti eventi in cui la radio è protagonista o meglio “media partner”.

Infatti, potrebbe capitare che un’ emittente stipuli una partnership con un’attività commerciale o con un ente in occasione di un concerto o di uno spettacolo in genere. In questo modo, la radio garantirebbe una diretta dal luogo della “kermesse” con la presenza di una postazione mobile, in grado di far vivere le stesse emozioni anche agli ascoltatori distanti dalla sede della manifestazione. Ed è proprio la presenza di una postazione mobile a rendere possibile la diretta di un evento anche in FM; a seconda dei casi, essa può assumere varie forme.

Ad esempio, la diretta “in esterna” potrebbe essere caratterizzata da collegamenti con lo studio centrale, utilizzando cosi un cellulare collegato al microfono; in altri casi la trasmissione potrebbe svolgersi in studi, predisposti all’interno di camion o camper, completamente accessoriati con tutto il necessario per il corretto svolgimento della diretta.

Diverse emittenti dispongono proprio di questi studi mobili , per la “messa in onda” di trasmissioni anche durante il periodo estivo; in questi casi e parallelamente ad un cambiamento nel palinsesto, tutto lo staff della radio si trasferisce in prestigiose località balneari. In questo modo gli ascoltatori possono scoprire i segreti della radio e conoscere i propri beniamini.

Inoltre, una radio potrebbe trasmettere, in esclusiva, la diretta di un attesissimo concerto; in queste occasioni la conduzione degli speaker fa da cornice all’esibizione canora di famosi artisti. Una possibilità, questa, finalizzata anche alla promozione dell’emittente stessa, grazie alla distribuzione di gadgets, prima dell’inizio dell’evento. Insomma, trasmettere “in esterna” è un’ esperienza che potrebbe rendere gli ascoltatori maggiormente partecipi, anche al fianco dei propri conduttori preferiti.

Articolo a cura di Maurizio Schettino