Arriva Untradional: la serie tv di Fabio Volo

Radio News

Arriva Untradional: la serie tv di Fabio Volo

Una carriera in continua ascesa per lo speaker di Radio Deejay, Fabio Volo. L'artista bresciano, infatti, incarna il sogno americano passando da semplice panettiere a cantante, per poi passare dall'altra parte della barricata iniziando una fortunata carriera in radio.

Grazie al talento e alla caparbietà, Fabio ha deciso di non fermarsi qui ricoprendo negli anni più di un ruolo sempre colpendo nel segno: conduttore tv, attore, scrittore e da qualche mese anche autore di una serie tv.

Il nuovo progetto di Volo si chiama “Untraditional”, dieci episodi da 40 minuti che andranno in onda sul canale Nove (ex Deejay Tv) - guidato da Discovery Italia - ambientati tra Milano e New York.

L'idea dello speaker di Deejay è quella di raccontare il mondo che lo circonda dal suo punto di vista, in maniera ironica e politicamente scorretta, rendendo protagonisti tutti quei personaggi che gravitano nella sua vita quotidiana. Seguendo questa filosofia, Fabio ha scelto di formare un cast composto per la maggior parte da amici e gente comune.

Senza dubbio, una parte importante del percorso di Fabio Volo sono la radio e televisione e per questo nella serie tv non poteva mancare la presenza di personaggi famosi intervistati a Radio Deejay o incontrati nei corridoi durante qualche ospitata televisiva.

Attraverso i social media, l'autore ha reso ufficiale la presenza nel ruolo di se stessi della cantante Emma Marrone, dell'attore di “Gomorra” Marco D'Amore e dello scrittore Roberto Saviano.

Non solo vita sociale, ci sarà spazio anche per qualche momento “privato” all'interno della serie sarà presente la compagna e madre dei due figli dello speaker Johanna Maggy Hauksdottir.

“Untradional” si presenta già come un lavoro originale e fuori dalle classiche regole delle serie tv italiane, avvicinandosi ad una produzione di stampo internazionale. Non ci resta che attendere
l'arrivo sul piccolo schermo (prevista per il prossimo autunno) per capire se Fabio Volo potrà
vantare un futuro anche come sceneggiatore e regista.

Articolo di Maria Giovanna Tarullo