Francia: Vietato citare Facebook e Twitter in Radio e in Tv

Radio News

Francia: Vietato citare Facebook e Twitter in Radio e in Tv

L’ultima bizzarra novità che ci arriva dalla Francia: vietare qualsiasi riferimento ai social network più famosi della rete, Facebook e Twitter, nel corso di trasmissioni televisive e radiofoniche. Proprio così: Il governo francese ha stabilito che fare riferimento a Facebook o Twitter nel corso di una trasmissione televisiva oppure radiofonica sia passibile di reato, se non si tratta di un servizio d’informazione incentrato sui social network.

È una decisione alquanto insolita se si pensa che ormai tutto ruota attorno a questi due social network e in particolare a Facebook; eppure la sentenza deriva da una legge, del 1992, simile a quella che in Italia vieta la pubblicità occulta.

La sentenza non si ferma solo al divieto di citare in trasmissioni radiotelevisive, questi due social network, ma va oltre: i nomi di queste due piattaforme infatti, sono bandite anche da qualsiasi messaggio in sovraimpressione, proprio come se fosse un messaggio subliminale.

Il governo francese ha anche precisato che la sentenza si estende anche agli altri social network e quindi per qualunque altra piattaforma sociale equivalente, poiché autorizzare i riferimenti a Facebook e Twitter, nel corso di trasmissioni televisive e radiofoniche, danneggerebbe anche l’immagine delle altre, come se si volesse pubblicizzare di più questi due social network, dando minor spazio agli altri.

Quest’ultima decisione della Francia avrebbe suscitato molte polemiche tra i cittadini, tra l'altro censurati. E voi cosa ne pensate di questa notizia un po’ insolita?

Articolo a cura di Arianna Caramanti