Fiorello: "Tutto iniziò a Radio Marte..."

Radio News

Fiorello: "Tutto iniziò a Radio Marte..."

Nel corso della lunga Kermesse festivaliera romana della Repubblica delle Idee 2016, svoltasi settimana scorsa, tanti sono stati i personaggi del mondo della cultura, della politica e dello spettacolo che hanno lasciato la loro impronta all'evento.

Tra questi sicuramente il mattatore radiotelevisivo Fiorello, ospite d’onore, ha brillato per simpatia, freschezza ed energia.

Intervistato dal giovane Direttore de La Repubblica Mario Calabresi, nella Cavea dell'Auditorium a chiusura della Festa delle Idee, ha ripercorso con semplicità ed eleganza la sua lunga carriera dagli esordi radiofonici al suo ultimo Format televisivo di successo.

“Io e Calabresi ci siamo conosciuti tanti anni fa - spiega Fiorello - E uno dice: dove si saranno conosciuti? In una libreria? In biblioteca? No, all'Hollywood di Milano, in discoteca. Ve lo immaginate il direttore all'Hollywood? Aveva 21 anni, ma io ho conosciuto la mamma e lui è l'unico figlio più vecchio della madre”.

Da qui si è sviluppata l’intervista finchè alla domanda del Direttore “Ti ricordi il primo articolo che parlava di te?, Fiorello inizia a raccontarsi ricordando il suo inizio sulla radio siciliana Radio Marte.

"Era su La Sicilia. Lavoravo in una radio che si chiamava Radio Marte. Era l’avvento delle prime radio libere in Italia. Quelli della mia età hanno fatto tutti radio. Vedi Carlo Conti. Noi degli anni ’60 nel ‘72/73 avevamo 13 anni e con le radio libere potevi mettere un antenna, un amplificatore, un microfono a casa tua e trasmettevi. Io ho cominciato cosi ad Augusta nel mio paese, in provincia di Siracusa. Mi venne in mente di battere il record di trasmissione continuata in radio e feci una diretta di tre giorni e due notti. Ma mio padre al secondo giorno mi chiamò e mi disse di tornare a casa che era tardi. Quando feci questo record di 72 ore, sono finito sul giornale: Giovane augustano batte il record di trasmissione…”.

GUARDA IL VIDEO DELL'INTERVISTA DELLA REPUBBLICA

Ora Rosario Fiorello è un professionista affermato che può sostenere, pubblicamente, l’ottimo rapporto con la stampa italiana. Ma la locale Radio Marte Augusta resta il suo punto di partenza da teenager. Un inizio comune per tutti quelli che desiderano lavorare in radio. Oggi la siciliana Radio Marte non esiste più, la sua storica frequenza è stata rimpiazzata. Ma restano le voci e le personalità che, tra gli anni ’70 e ’80, ne hanno fatto la storia. Tra gag, battute e leggerezza Fiorello, Saro per gli amici, vince ancora una volta. Quelli della storica Radio Marte Augusta hanno trovato tutti la loro “strada” professionale e la loro identità sociale.

Ma in Radio conta più una spiccata personalità o tanti anni di onorata gavetta?

Probabilmente con Fiore le statistiche non contano, conta il carisma e la passione. Ci auguriamo radiofonicamente per il futuro di trovare tanti “giovani Fiorello”!

Articolo a cura di Nicoletta Zampano