Franca Valeri: la "Signorina" più amata della Radio Italiana

Radio News

Franca Valeri: la "Signorina" più amata della Radio Italiana

L’abbiamo recentemente vista sul palco di Sanremo e anche in quell’occasione la sua bravura e la sua forza di spirito ci hanno lasciato ammirati e, se possibile, ancor più innamorati di lei. Stiamo parlando di Franca Norsa, intellettuale, attrice e autrice italiana di grande successo.

Franca Norsa, milanese di nascita ma romana di adozione , classe 1920, nasce in una famiglia borghese di Milano da padre di origini ebree e da madre di religione cattolica. Durante gli anni della guerra legge moltissimo e si appassiona alla letteratura: infatti il suo nome d’arte, Franca Valeri, è un omaggio al poeta Paul Valery.

Come dichiarato dalla stessa Franca in un intervista , fin da giovane aspira a diventare attrice. Donna intelligente e colta, non si accontenta di recitare personaggi già creati o di aspettare un ruolo scritto da altri per lei ma diventa autrice di se stessa, dando vita a personaggi indimenticabili, in particolare donne un po’ sfortunate ma sempre molto divertenti, tra cui ricordiamo, prima tra tutte, “La Signorina Snob”. Come dichiarato da Franca in un’intervista: “Ho capito presto che avrei voluto fare qualcosa di mia invenzione e così dai primi esperimenti in cui mi sono avventurata in Checov, in Medea, sono passata alla signorina Snob”.

Proprio grazie al personaggio della Signorina Snob ( che sarà ribattezzato Signorina Cesira con il passaggio alla televisione) Franca Valeri arriva presto al successo, debuttando nel 1950 nella trasmissione radiofonica “Il rosso e il nero”. Con la sua arte e con un’ironia sempre arguta ed elegante, Franca Valeri racconta l’Italia del boom economico ed edilizio e le trasformazioni repentine della società di quel periodo.

Franca Valeri è una grande amante della musica, a cui la introdusse il padre fin da bambina. Ha condotto per qualche anno una trasmissione di musica classica su Radio Due dal titolo “Classic Jockey”, nella quale annunciava in modo divertente e originale i brani di musica classica. Dal 1999 al 2003, inoltre, ha condotto “Di tanti palpiti”, una trasmissione di musica su Radio Tre, in cui Franca commentava con la sua solita intelligenza ed eleganza i personaggi dell’opera.

La marcia in più di Franca Valeri, oltre alla grande intelligenza, è senza dubbio l’ironia e la grande forza di carattere, che la spinge a non arrendersi alla malattia che l’ha colpita: non ha infatti mai smesso di lavorare e il prossimo luglio debutterà a Spoleto con lo spettacolo “Il cambio dei cavalli”.

Con questo breve scritto Radiospeaker.it rende omaggio ad una donna che con oltre mezzo secolo di carriera rappresenta uno dei pilastri del mondo artistico e intellettuale e rende fieri tutti noi italiani.

Articolo a cura di Eleonora Corgiolu