FRU 2016: il Festival delle Radio Universitarie

Radio News

FRU 2016: il Festival delle Radio Universitarie

Il Festival delle Radio Universitarie viene organizzato, ormai da 10 anni, da RadUni, associazione nata il 26 marzo 2006 con la mission di portare in Italia l’esperienza della radiofonia universitaria, di divulgarla e farla conoscere, basandosi sul modello dei college radio americane e anglosassoni e, cosa ancora più importante, di creare una rete tra queste realtà che, da allora, sono notevolmente cresciute, in termini numerici e non solo.

L’evento è atteso con impazienza da coloro che, con ruoli diversi ma con lo stesso amore per la radio, in ogni parte d’Italia collaborano con la propria radio d’ateneo.

Da Siena a Teramo (le due web radio “apripista” all’interno di Raduni), da Salerno a Catania, da Venezia a Cagliari: tutti gli speaker, i registi, i redattori delle web radio universitarie hanno modo, ogni anno, di conoscersi, incontrarsi, confrontarsi, apprendere gli uni dagli altri. Il tutto durante il FRU, festival ricco di momenti di formazione, soprattutto con esperti del settore, che danno ogni anno il loro contributo con panel, conferenze, laboratori, workshop.

Lo scorso FRU ha riunito tutti a Milano e precedentemente Novara, Prato, Pisa, Cosenza; nel 2009 toccò al campus di Salerno ospitare i “fruisti” d’Italia e quest’anno la manifestazione torna in Campania. Infatti, tra le candidature pervenute, alla fine a spuntarla è stata la città di Napoli.

Il FRU si terrà nella città partenopea dal 3 al 5 giugno all’Università degli Studi di Napoli Federico II. Il CdA di RadUni ha attentamente preso in esame le città che si erano mostrate interessate ad ospitare il Festival 2016, il Comitato Direttivo ha sentito il parere di esperti e collaboratori dell’Associazione e il capoluogo campano è risultato il più attrattivo e solido in base ai criteri stabiliti da bando.

Erano sei le città che a settembre avevano inoltrato la candidatura, di queste solo tre avevano ufficializzato la proposta: oltre alla Federico II anche l’Università degli Studi di Verona e l’Associazione culturale uRadio di Siena.

«La valutazione non è stata semplice perché tutti i progetti contenevano caratteristiche interessanti sotto vari punti di vista – dichiara il Presidente Andrea Taccani – Abbiamo analizzato nel dettaglio le tre candidature andando a considerare molti elementi, tra cui, ad esempio, l’ospitalità degli studenti, perché uno dei nostri obiettivi è di favorire al più alto numero di giovani da tutta Italia la partecipazione al Festival».

Salvatore De Vita, membro del Direttivo RadUni, aggiunge che il punto di forza principale del progetto vincente è la sua solidità, il fatto che l’organizzazione venga non da una radio ma da un ateneo e che il tutto sia inserito all’interno di una manifestazione più grande: Buon compleanno Federico (come è stato per il FRU 2015, inserito all’interno di Radio City Milano).

Si tratta della festa di compleanno per quella che è una delle Università più antiche del mondo, istituita nel 1224 da Federico II di Svevia. Quest’anno, tra gli ospiti, ci sono stati Jovanotti e Paolo Sorrentino, a cui è stata conferita la Laurea Honoris Causa.

Doppia festa, dunque: i 10 anni del FRU e i 792 della Federico II! Le iscrizioni per il FRU 2017 verranno nuovamente aperte entro gennaio 2016, così da poter pubblicare nei primi mesi dell’anno nuovo il bando per le candidature dell’edizione 2017.

Tutte le web radio universitarie sono in attesa dei dettagli in merito al programma, agli ospiti, agli eventi, alle location di questo FRU che già si preannuncia entusiasmante e divertente.

Articolo a cura di Giusy Dente