È in libreria “Il Giornalista radiofonico - Istruzioni per l'uso”di Patrizia Simonetti

Giornalismo Radiofonico

È in libreria “Il Giornalista radiofonico - Istruzioni per l'uso”di Patrizia Simonetti

Mi è stato chiesto di scrivere un articolo sul mio libro appena uscito: “Il Giornalista radiofonico - Istruzioni per l'uso”, Armando Editore. Inizialmente non ero convinta perché parlare della propria “opera” può facilmente far cadere nell'auto celebrazione e nell'autocompiacimento. Ma facendo questo lavoro da tanto tempo, la giornalista intendo, ho imparato ad essere obiettiva, anche quando è davvero difficile, come in questo caso. Per cui ho deciso di accettare l'ennesima sfida che la mia professione mi pone e al tempo stesso la gentile richiesta dei miei amici di Radiospeaker.it.

A tal proposito: gli affezionati di Radiospeaker.it avranno avuto già modo di leggere i miei articoli-lezione sul giornalismo radiofonico. Naturalmente il libro è un'altra cosa, ma i temi principali sono i medesimi. In cosa allora è diverso? Innanzi tutto è più dettagliato e completo. Inoltre contiene argomenti non trattati negli articoli oltre ad un'introduzione appassionata sul mondo della radio, uno dei mezzi di comunicazione cosiddetti “tradizionali” che ha saputo tuttavia adeguarsi alla rivoluzione tecnologica della comunicazione e dell'informazione, ad esempio trasformandosi spesso in web-radio.

A chi è dedicato “Il giornalista radiofonico - Istruzioni per l'uso”? Sia a professionisti che ad aspiranti tali. Sia a coloro, cioè, che già lavorano nell'informazione, ad esempio come giornalisti di carta stampata o sul web e sono interessati a cimentarsi nel mondo dell'informazione radiofonica. A costoro interesseranno indubbiamente di più i capitoli “tecnici” relativi alle modalità con cui si realizzano servizi, notiziari, interviste prettamente radiofoniche e alle caratteristiche della “diretta”. Ma anche e soprattutto agli altri, a coloro, cioè, probabilmente più giovani, che vogliono iniziare la professione giornalistica proprio dalla radio e che dunque necessitano di conoscere anche le regole basi del giornalismo, le modalità con cui si diventa giornalista (come l'iscrizione all'Albo) e ai quali sarà utile (spero) anche qualche consiglio su come cimentarsi durante la ricerca del lavoro. Infine il libro è dedicato anche ai semplici curiosi: cosa accade “dall'altra parte” della radio mentre ascoltiamo un giornale radio? E che tipo di lavoro c'è dietro?

Allo stesso tempo va anche detto, per una questione di obiettività di cui parlavo all'inizio, che leggere, seppure con attenzione, “Il giornalista radiofonico - Istruzioni per l'uso” non basta certo ad essere pronti a fare i giornalisti radiofonici. Come per ogni altra professione, oltre alla teoria, è necessaria la pratica. E per quanto riguarda la radio (che ha il suo linguaggio e i suoi tempi, senza sottovalutare lo “spauracchio” della diretta) è ancor più vero. Nonostante ciò, il manuale fornisce indubbiamente solide basi teoriche, più che importanti per affrontare una prova sul campo e certamente favorisce la “familiarizzazione” con termini tipici e tecnici del giornalismo radiofonico, sicuramente utile a coloro che varcheranno la soglia di una redazione radiofonica per fare pratica.

Qualcuno tuttavia si chiederà chi sono io per parlare di tali argomenti. Sono una giornalista professionista dal 1995 che, dopo un passato di conduttrice radiofonica in varie emittenti private e in Rai, ha lavorato per vent'anni in un'agenzia di stampa radiofonica nazionale ricoprendo vari ruoli, anche di responsabilità, e che ha tenuto anche alcune lezioni teorico-pratiche di giornalismo e giornalismo radiofonico presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università “La Sapienza” di Roma. Se volete saperne di più www.patriziasimonetti.it

Permettetemi, prima di chiudere, di ringraziare la Armando Editore (www.armando.it) della fiducia accordatami. Detto ciò, buona lettura a tutti e in bocca al lupo!

Aricolo a cura di Patrizia Simonetti