Giornata Mondiale della Radio: 13 Febbraio 2013

Radio News

Giornata Mondiale della Radio: 13 Febbraio 2013

Se siete dei veri appassionati di Radio non potete ignorare questa notizia che ci fa ricordare una ricorrenza importante da festeggiare!

Domani, 13 febbraio, festeggeremo per il secondo anno consecutivo la Giornata Mondiale della Radio: la ricorrenza è stata proclamata dall’UNESCO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) per la promozione mondiale della cultura, ricordando proprio il giorno in cui sono stati lanciati nel 1946 i primi programmi radiofonici dell'ONU dalla sede ufficiale della propria Radio a New York.

Proprio l’Unesco sottolinea come “nonostante lo sviluppo delle nuove tecnologie, la radio resta ancora oggi uno strumento importantissimo, essendo la piattaforma più potente e a basso costo accessibile a tutti e in tutto il mondo, Nord e Sud”, facendo presente come proprio le comunità del Sud del Mondo stiano cercando di “colmare il digital divide che li separa dal Nord attraverso una diffusione capillare e potente delle radio di comunità, con programmi ideati e condotti dal basso, in particolare grazie al contributo volontario e diretto di persone appartenenti alle comunità rurali locali”.

In particolare, quest’anno per la seconda Giornata Mondiale, l'Amministrazione Postale delle Nazioni Unite (UNPA) emetterà il 13 febbraio 2013 una serie di francobolli raffiguranti scene della storia della Radio delle Nazioni Unite.

Testimonial d'eccezione dell'emissione sarà la stupenda immagine di Audrey Hepburn, grande stella del cinema statunitense,  immortalata negli studi della Radio dell'ONU nel 1953 mentre preparava la sua trasmissione radiofonica per l'UNICEF, di cui la stessa attrice è stata ambasciatrice sino alla sua scomparsa. La stessa immagine sarà stampata anche su uno dei 6 francobolli facenti parte della serie. Questi francobolli saranno dotati di una speciale funzionalità interattiva che consentirà, attraverso il proprio cellulare smartphone, di lanciare e scaricare applicazioni radiofoniche direttamente dal sito dell’ONU.

In particolare, come si può leggere nella pagina del suo sito dedicata a questa ricorrenza, l’Unesco mira con questa celebrazione a “migliorare la cooperazione internazionale tra gli emittenti e gli editori radiofonici, così da favorire la costituzione di network capillarmente distribuiti e comunità di radio per poter promuovere un accesso sempre maggiore all’informazione e una libertà di espressione via etere sempre più sicura e garantita”.

L’Unesco incoraggia, infine, tutti i paesi a celebrare questa Giornata Mondiale della Radio, attraverso “la programmazione di attività e progetti radiofonici da costituire in partnership con editori regionali, nazionali e internazionali, organizzazioni non governative del Terzo Settore, il settore dei media e il coinvolgimento attivo del pubblico”, invitato a essere “non solo ascoltatore, ma anche creatore di radio”.

Quindi amanti della Radio datevi da fare, perché come ci ricorda l’Unesco, ci sono tante iniziative on air da promuovere e portare avanti per mantenere vivo il più importante e potente mezzo di comunicazione di massa!

Articolo a cura di Elisa  Borghini