Gruppo Finelco: la pubblicità in Radio è in crescita

Radio News

Gruppo Finelco: la pubblicità in Radio è in crescita

I lettori più attenti ed assidui di radiospeaker.it avranno notato che nel corso di questi ultimi mesi abbiamo spesso affrontato tale argomento e quello di cui stiamo per parlare non è nient’altro che la conferma di un “sentore” che già circola da tempo tra gli addetti ai lavori: pare che nel 2015 infatti, la raccolta pubblicitaria in radio, abbia avuto una ripresa, facendo registrare addirittura una crescita.

La conferma arriva da Marco Mordonini, direttore commerciale del Gruppo Finelco, che ha parlato della vivacità del mezzo radiofonico provata dagli ottimi risultati dal punto di vista pubblicitario. Per le tre emittenti che fanno parte di tale gruppo (Radio 105, Virgin e RMC) sembra che la crescita si aggiri intorno a delle percentuali che oscillano tra il 9% e l’11%.

“Insistiamo sulle pressioni generate dalle nostre radio sui target dei clienti, abbiamo quarti d’ora di ascolto altissimi con programmi in assoluto leader di share”, queste sono state le dichiarazioni del manager.

Non sono mancate poi quelle di Angelo Colciago, direttore artistico di Radio 105, che è riuscito a dare una panoramica generale sui programmi e sui personaggi dell’emittente:

“Dopo il successo ottenuto nelle ultime indagini di ascolto non è facile pensare di inserire nella nostra programmazione delle novità, quindi la stagione che è appena incominciata sicuramente ci vedrà confermare i già super consolidati Tutto Esaurito di Marco Galli, 105 Friends di Tony & Ross, Lo Zoo di 105 di Marco Mazzoli, 105 Music & Cars di Alvin & DJ Giuseppe. Le novità ci saranno ma non si tratta di vere e proprie new entry, sono piuttosto personaggi che hanno iniziato timidamente a farsi notare nel nostro palinsesto e questo potrebbe essere l’anno della loro consacrazione: mi riferisco agli Autogol, a Max Brigante, a Paolino & Martin e ai giovani Moko, Valeria e Bryan che negli ultimi 6 mesi, quotidianamente, ci hanno raccontato la grande fiera internazionale Expo 2015”.

Insomma, di fronte a radio di primo piano che per diversi motivi difficilmente aprono le porte a delle “voci nuove” (nonostante siano molti i giovani scalpitanti che vorrebbero avere la possibilità di dire la loro), a 105 ed al suo direttore va riconosciuto indubbiamente il merito di averci provato e di provarci tuttora.

Per quanto riguarda Virgin Radio, lo station manager Mario Volo ha affermato che:

“L’emittente ha aumentato notevolmente i punti d’interazione con gli ascoltatori. Sono stati inseriti nella programmazione contest che danno la possibilità quasi quotidiana di vincere biglietti per grandi concerti Rock, cd, gadget in formato esclusivo, voli per capitali europee e viaggi”.

Dal canto suo RMC continua il percorso di grande attenzione verso il binomio attualità-musica di qualità. Come racconta Andrea Munari, direttore dei programmi dell’emittente:

“La novità riguarda la coppia Erina Martelli e Stefano Gallarini, che ha debuttato nella fascia 18-21, dal lunedì al venerdì. È un programma che prende spunto dall’attualità della giornata ed esplora in modo intelligente e anche ironico le abitudini e le inconsuetudini della vita di oggi. Ci sono approfondimenti e interviste. E per la musica vengono invitati in studio gli artisti italiani”.

Stefano Carboni invece, station manager di RMC, in merito alla musica afferma:

Abbiamo ideato e prodotto nuovi appuntamenti musicali che stiamo inserendo progressivamente in queste settimane in tutto il palinsesto. L’obiettivo è quello della musica stessa: creare emozione, interesse, gradimento”.

Insomma, ancora una volta possiamo affermare che il mezzo di comunicazione radiofonico è più vivo che mai e dobbiamo notare come la pubblicità giochi un ruolo fondamentale all’interno di ogni emittente che ormai, volente o nolente, deve farci i conti articolando la programmazione anche in funzione di essa.

Articolo a cura di Mattia Savioni