Hight School Radio: il format radiofonico degli studenti

Radio News

Hight School Radio: il format radiofonico degli studenti

E’ possibile creare un progetto in grado di armonizzare lo studio con una delle passioni più grandi tra i giovani chiamata radio? Si possono insegnare le basi per lavorare in questo settore ai giovani d'oggi? Ma esiste sopratutto un progetto radiofonico in grado di soddisfare queste richieste?

A tutte queste domande è stata data una risposta: SI!

Paolo Luzzi, giornalista radiofonico e televisivo, ha reso possibile da circa tre anni, presso le frequenze di Elle Radio nel Lazio, il sogno di tanti studenti delle scuole medie e superiori, realizzando un format radiofonico ideato e condotto solamente da ragazzi.

Quest’idea via via si è diffusa su tutto il territorio nazionale ed è approdata anche al Sud, in forma sperimentale a Bisceglie, in Puglia. Radio Centro, emittente radiofonica di Bari-nord, ha messo a disposizione la competenza professionale di due suoi speakers, Francesco Brescia e Maristella Lupone per formare gli studenti dell’I.I.S.S. “Giacinto Dell’Olio al mondo della radio.

Questi giovani studenti verranno guidati nei ruoli di aspiranti conduttori, registi, autori di un programma radiofonico che partirà il 18 Gennaio prossimo, verso le 17,30 su Radio Centro e terminerà verso la fine di Maggio.

I ragazzi apriranno il loro palinsesto in Radio con musica, rubriche di viaggi, scuola, opinioni e curiosità, avendo anche a disposizione un gran numero di ospiti. Per questi giovani è un’opportunità concreta che li avvicina alla realtà radiofonica.

Il progetto ”High  School  Radio” verrà presentato alla stampa  venerdì 15 Gennaio, sotto lo sguardo vigile del dirigente scolastico Francesco Sciacqua ed del docente Gaetano De Musso.

Tra i referenti di Radio Centro abbiamo l’amministratore Pantaleo di Pinto, gli speakers Francesco Brescia e Maristella Lupone.

"Cosa avreste fatto voi se ai vostri tempi ci fosse stato un progetto radiofonico nelle scuole superiori? Assenze minori durante i compiti in classe? Diteci la vostra nei commenti!"

Articolo a cura di Concetta Padula