Io Che Amo Solo Te di Luca Bianchini, Speaker di Rai Radio2

Libri sulla Radio

Io Che Amo Solo Te di Luca Bianchini, Speaker di Rai Radio2

“Ma se si escludevano i baffi, don Mimì non era mai stato un buon osservatore. Lui era imbattibile nel lavoro, nel sesso e nel rimpianto.E quel mattino non riusciva a non pensare a suo figlio che, prima di andare a sbronzarsi con i cugini per l’addio al celibato, gli aveva detto: -Io credo nel matrimonio, ma non credo nell’amore -Allora perché ti sposi?, l’aveva incalzato lui. E Damiano gli aveva risposto:-Perché tu mi hai sempre detto che la cosa importante è sistemarsi-Don Mimì non era riuscito a ribattere nulla, se non buona serata, ma non ci aveva quasi dormito. Quelle parole gliele aveva inculcate lui. Aveva cresciuto un figlio che non credeva nei sentimenti, e aveva solo ventisette anni. Nella propria educazione sentimentale don Mimì si era sempre affidato a un’etica del dovere piuttosto obsoleta, cui non aveva avuto il coraggio di ribellarsi. Era un giovane vecchio pieno di frustrazioni, che nascondeva con la presunzione. Cosi gli aveva imposto la sua famiglia e cosi lui aveva cercato a sua volta di imporre ai figli, riuscendoci solo in parte. L’indomani, Damiano si sarebbe sposato.Il più grande, cui aveva messo il nome del nonno e del santo, aveva deciso di mettere la testa a posto. Per un genitore, un traguardo. Per Don Mimì, quel matrimonio valeva molto di più. Innanzitutto perché la sposa era figlia di Ninella. E poi perché le nozze avrebbero distratto il paese dalle voci su Orlando, il secondogenito che di anni ne aveva ventiquattro e di amori ne conosceva uno, ma proibito. Per far passare un po’ di tempo-sperava che Ninella apparisse- si avvicinò a San Vito e accese anche lui qualche candela con lentezza esasperante. La prima fu per Orlando, affinchè alla cerimonia si presentasse con la ragazza, che avevano già sistemato al tavolo ma che nessuno aveva ancora visto. La seconda fu per sua moglie che per quanto fosse difficile da sopportare in fondo era una donna che non gli aveva mai dato pensieri. L’ultima fu per Damiano. Il preferito. Lo sposo. In realtà accendeva quelle candele, soprattutto,per non pensare alle parole della sera prima. A suo figlio gli aveva insegnato i piccoli calcoli piuttosto che i grandi sogni, e ora anche lui correva il rischio di vivere un’esistenza non diversa dalla sua, sempre e solo potenzialmente felice. Perché se non ami la donna che sposi, i figli non ti basteranno a compensare quella mancanza.”


Un romanzo avventura sull’arte d’amare, raccontato con finezza, ironicità e senso critico. Un viaggio conduttore che focalizza l’attenzione sugli aspetti più particolari dell’animo umano con grande semplicità e leggerezza. L’autore, Luca Bianchini, speaker di Radio2, conduce in modo magistrale il preludio, i restroscena e le fasi concitative di un matrimonio pugliese tradizionale; il libro “Io che amo solo te” accoglie il lettore come se fosse uno di famiglia, invitato alle nozze come i protagonisti della storia.

Allo stesso modo in cui racconta le trame, Luca, abbraccia anche i radioascoltatori con il suo programma mattutino“Tiffany” che dispiega on air fatti in modo amabile, familiare, e coinvolgente. Non è un caso, ma spesso i conduttori radiofonici di talento, sono anche degli ottimi scrittori e Luca in questo caso non è un’eccezione ma la regola. Il filo narrante parte da Don Mimì e Ninnella, ma tutti i personaggi del romanzo hanno risalto e sapore in questa storia d’altri tempi. Il centro geografico da cui prende corpo l’intero tessuto è un paese costiero del sud italiano da bandiera blu, Polignano a mare in Puglia.

Le storie che si intrecciano, molte, sono concatenate e ricche di eventi. I due sposi e i loro parenti, i principali interpreti e tutto il paese risulta la cornice di una storia epica che si racchiude in poche battute, dove non mancano momenti esilaranti. Un bel libro da leggere tutto d’un fiato, magari rilassandosi alla tiepida brezza marina di una spiaggia o all’ombra in un tiepido parco cittadino. Sicuramente un romanzo che sorride e coinvolge.

Articolo a cura di Nicoletta Zampano

Scheda Libro

Titolo: Io che amo solo te
Autore: Luca Bianchini
Editore: Mondadori
Collana: Scrittori italiani e stranieri
Data di pubblicazione: Aprile 2013 Pagine: 262

ACQUISTA SUBITO QUESTO LIBRO