L'educazione delle Fanciulle: il dialogo di Luciana Littizzetto e Franca Valeri

Libri sulla Radio

L'educazione delle Fanciulle: il dialogo di Luciana Littizzetto e Franca Valeri

La forza e l'equilibrio è donna da sempre. La bravura della donna nella gestione della casa, della famiglia e degli "affari" è un tratto caratteristico della condizione femminile fin dall'età della pietra. Facendo un breve excursus storico si possono notare molti aspetti importanti che caratterizzano l'evoluzione del ruolo della donna.

Nell'ottocento la donna si scopre in veste ufficiale anche lavoratrice e inizia ad avere un "ruolo" sociale effettivo nell'era industriale. Lavoratrici in gonnella non solo nelle fabbriche ma anche a scuola e negli ospedali. Una vera rivoluzione che inizio ad essere riconosciuta già nel 1840 negli Stati Uniti quando venne sancito il diritto alla libera disponibilità dei guadagni.

Un lento e inesorabile processo di affrancamento sociale e di progresso civile paritario della donna nella società che si esplica in tutta la sua portata nel Novecento. Infatti storicamente quest'ultimo resta il secolo del grande movimento femminista e delle conquiste dei diritti civili.  In particolare la donna della seconda metà del '900 conquista la sua piena libertà economica, giuridica, politica e sessuale.

"FV L'uso dell'uomo nella vita domestica è piuttosto recente. Meno recente quello della donna nel mondo del lavoro.
Negli anni che mi toccano per diritto di anagrafe l'uomo era oggetto di riguardo in alcuni casi, di ingombro in altri. Non era certo previsto come collaboratore domestico.
«Vai di là, caro. Sto cambiando il bambino, è roba da donne».
«Gustavo, ti prego. Non venire in cucina, mi fumi sull'arrosto».(...)LL Oggi esistono due categorie di maschi. Quelli che sono presenti in casa e aiutano fattivamente. E quelli che non fanno niente e quando fanno qualcosa rompono l'anima. Prediamo l'esempio della spesa. Il maschio per sua natura odia fare la spesa. Certo, perché lui si annoia al supermercato. Tesoro. Invece noi ci divertiamo come pazze. Se tu fai la spesa da sola ci metti dieci minuti, al massimo un quarto d'ora. Se la fai con lui ci metti un giorno, un giorno e mezzo. Perché quando arriva al supermercato il pirlone sdà. Comincia: «Prendiamo questo?» E tu diventi tignosa, diventi vecchia, una vecchia tignosa. Allora per non diventare di quelle vecchie mogli acidine e tignosette, fai finta di niente, chiudi gli occhi… Eppure, per un fenomeno ignoto della fisica, vedi lo stesso attraverso le palpebre chiuse che lui mette dentro il carrello delle robe schifosissime. Perché quando va al supermercato, il maschio compra sempre delle cose disgustose. Tu cerchi di farlo mangiare sano e lui compra delle vaccate. Arrivi alla cassa e c'è uno scontrino che è lungo come la Torino-Milano e lui casca dal pero: «Oh, ma come mai?» Eh, come mai, pistola… hai comprato la qualsiasi!"( Stralcio tratto da "L'educazione delle fanciulle")

La forza delle donne è descritta con fine umorismo anche da Luciana Littizzetto e Franca Valeri in un saggio a due voci il cui titolo,"L'educazione delle fanciulle" è tutto un programma. Più che un libro, lo si può definire un dialogo aperto tutto al femminile, un vero salotto dabbene dove si chiacchiera e si riflette allegramente a 360 gradi sui cambiamenti di costume delle signorine per bene dagli anni '30 ad oggi,

La verve ironica e dissacrante della conduttrice radiotelevisiva Luciana e l'elegante umorismo dell'attrice Franca Valeri creano un mix unico di comicità che racconta le donne di ieri e di oggi, gli uomini e l'amore.

Un duetto amoroso vero e proprio sui temi più disparati, dall'educazione al matrimonio, dalla spesa familiare alla visione politica, dal lavoro ai consigli di bellezza, il tutto condito con spassosi aneddoti personali di vita vissuta. Franca Valeri dice di essere stata "una fanciulla insolita, in una casa dove si respirava una cultura aperta, mentre la nostra Luciana si racconta come "una ragazza svitata, obbediente, ma trasgressiva" che voleva diventare attrice.

Piccole, semplici confessioni tra donne diverse ma accomunate da uno stesso talento carismatico che tentano alla fine di ogni capitolo di elargire consigli utili (ricette, trucchi di economica domestica..) per condurre le lettrici ad una vita affettiva piena, entusiasmante e positiva.

Il racconto dell'emancipazione femminile e delle sue dovute conseguenze, condensata con gusto e originalità in un piccolo volumetto che può essere letto in una giornata, può risultare una lettura godibilissima che stampa sorrisi e permette di scoprire di più sull'universo femminile e sull'approccio alla vita e all'amore.

Scheda Libro

Titolo: L'educazione delle fanciulle
Autori: Luciana Littizzetto e Franca Valeri
Editore: Einaudi
Data pubblicazione: 25/11/11
Pagine: 112

Fonte: Einaudi.it

Articolo a cura di Nicoletta Zampano