La Pina e Diego testimonial di SOS Villaggi dei Bambini

Curiosità Radiofoniche

La Pina e Diego testimonial di SOS Villaggi dei Bambini

La solidarietà non ha confini né gruppi di appartenenza, ma nasce da cuori disponibili all'incontro con l'altro. Da una felice intuizione di un giovane studente austriaco Hermann Gmeiner che sperimentò la cruda realtà di solitudine e di sofferenza degli orfani di guerra e dei bambini rimasti senza una casa, nasce nel 1949 il primo Villaggio SOS bambini in Austria. Questo modello di accoglienza familiare, basato sul concetto di Societas Socialis, ben presto si diffuse anche in altri Paesi, fino ad arrivare in Italia con il primo villaggio a Trento nel 1963.

SOS Villaggi dei Bambini è un'organizzazione internazionale privata, apolitica e aconfessionale che mette al centro la cura dei bambini e dei ragazzi in difficoltà con i loro bisogni ed esigenze primarie, partendo dall'idea che crescere significhi rendere al fanciullo le basi per uno sviluppo armonico della sua persona. Una crescita sana in una dimensione prettamente familiare.

Oggi nel nostro Paese esistono già sei centri di accoglienza per minori e a sessant'anni dalla sua nascita la Fondazione è, attualmente, impegnata in 133 paesi nel mondo per garantire i diritti basilari dei bambini, sanciti dalla Convenzione Internazionale sui Diritti del Fanciullo. Un progetto che è stato sposato dalla Fondazione Zanetti Onlus che si pone gli stessi obiettivi e finalità in un ottica internazionale di pieno sostegno ed aiuto assistenziale e psicologico.

Anche i conduttori di Radio Deejay, La Pina e Diego, sensibili ai bisogni dei più deboli, da tempo affiancano come testimonial l'Organizzazione SOS Villaggi dei bambini, realizzando a volte dei piccoli miracoli come la scongiurata chiusura l'anno scorso del centro di accoglienza "La Casa di Elisa" ad Atene. Il progetto che SOSVillaggi dei Bambini ha creato ad Atene per accogliere bambini dai 2 ai 5 anni di età vittime di maltrattamenti è riuscito a sopravvivere anche grazie ai fondi raccolti con la lotteria di Natale organizzata da L'Inde le Palais che ha visto La Pina in prima linea.

Dalle dichiarazioni della Pina sulla Casa di Elisa, rilasciate l'anno scorso alla notizia del piccolo miracolo, si nota la grande forza propulsiva che la sostiene "Quei giorni ad Atene sono stati i più brutti della mia vita adesso invece se penso a quello che siamo riusciti a fare sento che il cuore mi scoppia di felicità”.

La sua testimonianza diretta, insieme a quella del suo partner radiofonico, Diego, saranno al centro del secondo appuntamento del ciclo  “Passi verso l'ALTROve, voluto dalla Fondazione Zanetti Onlus, per riflettere sull'altro e l'altrove. Esperienze intense da raccontare, quelle vissute dalla Pina e Diego che abbracceranno i Villaggi SOS in Vietnam, Filippine, Grecia e Perù. Per quei bambini a cui si è negato il diritto di sorridere per troppo tempo è nata l'attività di accoglienza dei centri SOS villaggi e per loro si spera e si lotta con questo ciclo di incontri. Un modo per dare voce a chi non ha voce, un modo per avvicinare i più giovani alle problematiche di quei ragazzi che non hanno avuto la fortuna di vivere un'infanzia felice e serena.

I due speaker affiancheranno la psicoterapeuta Piera Moro, direttrice del Villaggio SOS di Vicenza nell'incontro" La Mia Casa è Un Villaggio”, che si terrà nell'auditorium di Villa Zanetti a Sant'Artemio di Treviso, questo mercoledì 6 novembre, a partire dalle 10 del mattino. Il Meeting non si ferma alla semplice riflessione ma si soffermerà sui programmi di accoglienza e di rafforzamento familiare portati avanti dall'Organizzazione, puntando anche ad una collaborazione più fattiva sul territorio. I primi protagonisti dell'evento saranno gli studenti delle scuole di Treviso e della provincia, ma il meeting è aperto gratuitamente a tutti. Per altre informazioni e prenotazioni potete scrivere via mail a eventi@fondazionezanetti-onlus.org.

Fonte: SOSItalia.it, FondazioneZanetti-Onlus.org

Articolo a cura di Nicoletta Zampano