Leandro Da Silva: dal Brasile a M2o con "A Qualcuno Piace Presto"

Interviste

Leandro Da Silva: dal Brasile a M2o con "A Qualcuno Piace Presto"

Dopo averci raccontato in esclusiva l'International Radio Festival di Zurigo, abbiamo incontrato negli studi di M2o, Leandro Da Silva, conduttore insieme a Pippo Lorusso e Simone Girasole, di “A Qualcuno Piace Presto”, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 7.00 alle 9.00. Curiosità, aneddoti divertenti e consigli da “chi ha scelto presto...di fare radio!”

Quali sono state le tue esperienze lavorative prima di approdare ad M2o?

Io facevo l'animatore per bambini e ad una festa di compleanno ho conosciuto il proprietario di una radio locale di Latina, Radio Immagine e li ho avuto la possibilità di iniziare questo mestiere. Dopo un paio di anni mi ha chiamato un'altra radio locale più grande, sempre di latina e che si chiama Radio Luna, dove ho proseguito il mio percorso fino a quando, nel 2004, ho partecipato ad un concorso indetto da Radio DeeJay: “DeeJay Ti Vuole”. Dapprima mi sono classificato tra i primi 20 finalisti, fino a vincere il concorso ed un contratto con Radio DeeJay. Da quel momento è iniziata la mia carriera professionale che fino a poco tempo prima era soltanto un hobby, una passione.

Essendo anche un attore, come si concilia la radio con la recitazione?

Sono due mondi diversi ma che hanno anche dei punti di contatto. Ci sono degli insegnamenti provenienti dal mondo della recitazione che sono molto utili in radio, pur rimanendo due forme di espressione totalmente diverse.

Sei di fronte ad un out-out: l'etere o il palcoscenico?

So che dovrei dire “Radio”, ma se fossi messo alle strette, credo che sceglierei il palcoscenico.

Ascolta l'audio dell'intervista a Leandro Da Silva:

Quale degli ironici e divertenti personaggi del vostro programma ti assomiglia e perchè?

Forse “Ramon Stanislazzo”, il maestro che vede i difetti in tutti... “I CHE BOMBATA!!” Questo personaggio si ispira ad un maestro di recitazione, che io e Pippo Lorusso abbiamo scoperto avere in comune e quindi ne è nata la parodia. In realtà è un bravissimo insegnante e noi abbiamo deciso di giocarci sopra.

Cosa diresti al “Comandante Coglioniello” che non puoi dire in diretta?

E' una persona davvero eccezionale. Noi ci divertiamo in diretta a prenderlo in giro e lui si presta al gioco. Gli direi che gli voglio bene! Cosa che non potrei fare in diretta.

Un consiglio a tutti i ragazzi che vogliono intraprendere questo mestiere?

Leggete tanto anche i quotidiani, informatevi e provate a dare le notizie a modo vostro senza farvi influenzare da nessuno perchè le copie non funzionano mai. Siate originali e tirate fuori la vostra personalità. Solo così si va avanti!

Cosa ne pensi di Radiospeaker.it?

Credo che sia un sito molto carino, fatto bene a livello tecnico, molto semplice nella navigazione e nel reperire informazioni. In un mondo dove fare radio non è così semplice, in quanto non esiste più quel bacino di radio locali pronte e disponibili ad insegnare a fare radio, credo sia molto importante per chi si avvicina a questo lavoro, avere un database dove si può fare ascoltare il proprio prodotto e allo stesso tempo ascoltare le interviste di altri, per sapere come hanno fatto.

Articolo a cura di Catia Demonte