La Lingua Trasmessa in Radio: lo Stile Dee-Jay

Curiosità Radiofoniche

La Lingua Trasmessa in Radio: lo Stile Dee-Jay

Cari amici di Radiospeaker.it, ci siamo imbattuti in questo articolo sul "linguaggio radiofonico" pubblicato sul sito della Treccani. Un articolo molto interessante sul parlato trasmesso via radio. Sicuri che possa interessarvi, riportiamo un estratto dell'articolo:

Il Parlato Trasmesso
"A partire dalla fine degli anni ’70, contemporaneamente all’ascesa della radiofonia privata nel panorama nazionale, cresce l’interesse linguistico per la specificità della lingua veicolata dalla radio. Uno dei primi studiosi ad occuparsi della lingua radiofonica è stato Francesco Sabatini, che l’ha definita con l’attributo di lingua trasmessa: una definizione che trae il suo valore dall’opposizione con la lingua scritta e la lingua parlata. Oltre che dalla peculiarità legata al mezzo, il parlato radiofonico è attraversato però da altre dimensioni di variazione, che chiamano in causa la componente geografica, la funzione d’uso e persino la strutturazione interna del programma: si va dal parlato letto dei notiziari, al parlato recitato dei radiodrammi, al parlato propriamente conversazionale dei programmi di intrattenimento.

Considerando come ambito di indagine questi ultimi, in cui il parlato radiofonico è più spontaneo, si nota che la lingua non sempre è adoperata per fini informativi; essa può anche fungere da mero riempitivo tra una brano musicale e l’altro. Riferendosi a casi del genere Massimo Moneglia ha parlato di un vero e proprio «stile dee-jay» diffuso su scala internazionale, caratterizzato da un insieme di schemi fissi di presentazione, di suoni e di rumori estremamente vincolato, che crea un amalgama tra parlato e flusso musicale.

Gli speaker italiani e quelli inglesi hanno lo stesso style
Dall’analisi sintattica e testuale di un corpus di registrazioni di parlato radiofonico italiano e inglese è emerso che alcuni tratti linguistici ricorrono in entrambe le lingue e manifestano un’unitarietà di ricorrenza strettamente correlata al mezzo di comunicazione. L'articolo continua con esempi pratici, leggi tutto sul sito della Treccani