Manuale d’ Amore 2: Claudio Bisio interpreta uno speaker di Radio 105

Film sulla Radio

Manuale d’ Amore 2: Claudio Bisio interpreta uno speaker di Radio 105

Parla d’amore da un barcone sul Tevere. È il dj Fulvio di Radio 105, un ottimo Claudio Bisio, attraverso una trasmissione con chiamate in diretta che fa da sottofondo alle quattro storie di “Manuale d’amore 2” (Capitoli successivi)- sequel del primo successo di Giovanni Veronesi (2005) cui è seguito un terzo Manuale (2011)- che raccontano l’eros, la maternità, il matrimonio, l’amore estremo.

Una commedia che oltre agli eterni temi d’amore, tocca argomenti delicati quali la fecondazione assistita e le nozze gay, seppure con una certa superficialità. Il film si apre con la voce del dj, accompagnata dalle dolci note di “Eppure sentire (un senso di te)” di Elisa, che in un breve monologo riflette sull’eros, poi passa in rassegna gli impiegati della radio tra i quali spiccano Marco Mazzoli, conduttore del noto programma radiofonico “Lo Zoo di 105”, e Laura Marcellini, autrice televisiva e dj.

Ma diamo uno sguardo all’incipit di “Manuale d’amore 2”: Il monologo denso di significato, recitato da un radiofonico Bisio, introduce il primo capitolo del film che vede protagonisti un giovane Riccardo Scamarcio, rimasto paraplegico a seguito di un incidente d’auto mentre ascolta Bisio alla radio, e una matura Monica Bellucci, la sua fisioterapista. Due persone che, unite da un’ossessione erotica, tradiranno i rispettivi compagni e, solo nei momenti finali del film, si scoprirà con sorpresa che il marito della fedifraga Bellucci non è altri che il dj Fulvio. Da segnalare la presenza dell’attore e rumorista siciliano, Dario Bandiera, un simpatico paraplegico, amico di Scamarcio, dalla battuta pronta e il cammeo del Fiorello nazionale nei panni di un portantino.

Dall’eros si passa alla maternità o, per essere più precisi, alla fecondazione assistita. Questo il tema del secondo capitolo in cui la coppia Fabio Volo- Barbara Bobulova è pronta a tutto pur di avere un figlio tanto che cure di ormoni, trasferte all’estero e crisi di nervi la faranno da padrone. Peccato che a tenere in piedi la storia sia solo la performance della Bobulova, perfetta nelle vesti di moglie nevrotica, e non l’argomento di attualità, trattato con leggerezza.

Il terzo capitolo, invece, punta l’attenzione sul matrimonio gay: questa volta la coppia formata da Sergio Rubini e Antonio Albanese parte alla volta di Barcellona per la cerimonia zapaterista ma non senza aver fatto i conti con i pregiudizi della gente e qualche dubbio interiore. E anche in questo caso, Veronesi non va fino in fondo. Sembra che l’argomento sia solo un pretesto per dare spazio alle interpretazioni macchiettistiche dei due attori, peraltro ottime, supportate di tanto in tanto dalla voce di Bisio.

Il quarto ed ultimo capitolo ha a che vedere con l’amore estremo. Qui un uomo di mezza età, sposato e con una figlia adolescente e coatta, prende una sbandata per una venticinquenne spagnola che gli causerà un infarto. Tutto ritornerà come prima: casa, famiglia e lavoro. A calarsi nei panni del traditore, il simpatico Carlo Verdone che racconta al telefono la sua storia a puntate al dj Fulvio, il dj che parla d’amore.

Una storia breve ma significativa tanto da spingere Verdone a dire: ‹‹ne è valsa la pena!›› e a ricordare, con malinconia, una poesia che la ragazza spagnola gli aveva recitato al loro primo incontro. Ma ascoltiamo la telefonata on air che chiude “Manuale d’amore 2”: Quando l’amore corre sulle onde radio. Quando la radio parla d’amore e gli ascoltatori rispondono all’amore. Quando la radio fa da sottofondo alle storie raccontate da un regista. È quanto accade in “Manuale d’amore 2” di Veronesi con la complicità di Claudio Bisio nei panni del dj Fulvio di Radio 105: un confessore, una voce amica che trasmette da un barcone romano truccato da studio radiofonico.

Forse un Bisio un po’ impostato, ma i suoi monologhi on air non passano inosservati così come i cammei di tanti personaggi della radio- Fiorello, Mazzoli, Marcellini ed altri- e le strepitose performances di alcuni attori come Barbara Bobulova, Sergio Rubini e Diego Bandiera.

A tutti voi, una buona visione!!

Genere: Commedia

Regia: Giovanni Veronesi

Sceneggiatura: Giovanni Veronesi, Ugo Chiti, Andrea  Agnello

Cast: Riccardo Scamarcio, Monica Bellucci, Carlo Verdone, Fabio Volo, Barbara Bobulova, Sergio Rubini, Antonio Albanese, Claudio Bisio,  Diego Bandiera

Paese-anno: Italia, 2007  Durata: 120 min.

Articolo a cura di Sofia Napoletano

GUARDA IL TRAILER:

ACQUISTA SUBITO QUESTO FILM