RTL 102.5 : Maurizio Costanzo e la rissa in diretta radio

Radio News

RTL 102.5 : Maurizio Costanzo e la rissa in diretta radio

La nuova stagione radiofonica, ormai partita già da qualche settimana, non sta mancando di mostrare da subito episodi non proprio all'altezza della situazione, soprattutto quando si tratta di contesti di un certo tipo, come nel caso della prima radio d'Italia per numero di ascolti: RTL 102.5

E' recente l'episodio che ha visto protagonista il veterano conduttore radiotelevisivo Maurizio Costanzo, riconfermato alla guida del “Radio Costanzo Show” in onda con Pierluigi Diaco e Federica Gentile il lunedì dalle 19 alle 21.

Al centro del programma, tematiche legate alla quotidianità, spunti di riflessione nei rapporti interpersonali su aspetti che fanno gola al popolo dei “very normal people”.

Ma forse  non a tutti!

Infatti, ad essere probabilmente un po' contrariato nei confronti del format è stato un ascoltatore in collegamento proprio con la “radiovisione” per eccellenza, nel corso di una puntata del programma di casa Suraci.

Il suo disappunto lo si evince dalla risposta espressa proprio da Costanzo, il quale, in maniera abbastanza esplicita e senza “peli sulla lingua” reagisce verbalmente così: “Mi fai dire una cosa? Scusa, dico una parolaccia ma purtroppo… Uno mi viene a dire 'Cazzo, siete tristi'. Non siamo tristi. Parliamo della vita. Ma lei che si racconta, cazzo? Cosa si racconta lei?”

Insomma, parole forti che non vorremmo mai sentire pronunciare  soprattutto da parte di chi fa comunicazione, magari da anni, come nel caso dell'arcinoto conduttore televisivo.
Un atteggiamento, questo, da parte di Costanzo, che forse va contro l'ideale di speaker al quale facciamo riferimento quando parliamo di corretta conduzione radiofonica.

Probabilmente qualsiasi speaker in alcuni casi  si sarà trovato a dover fare i conti con un ascoltatore un po' fuori dagli schemi. E la reazione?
Non sappiamo se ci sono stati provvedimenti nei confronti di Costanzo nelle ore immediatamente successive all'accaduto, ma ci chiediamo: se l'atteggiamento assunto dal popolare speaker fosse stato attuato da un conduttore “in erba” cosa sarebbe successo? Licenziamento immediato?

Anzi, forse non sarebbe successo proprio niente, nel senso che l'approccio verso l'ascoltatore non avrebbe magari preso questa piega, per certi versi imbarazzante, ed estranea al concetto di rispetto nei confronti di chi ascolta la radio.
Tutto avrebbe assunto toni più pacati e molto prudenti, proprio per evitare spiacevoli conseguenze contrattuali.

Non stiamo assolutamente colpevolizzando Maurizio Costanzo, il nostro è solo un parere in merito ad uno “scivolone” che solo un personaggio dello spettacolo come lui può permettersi........o no?

 

Articolo a cura di Maurizio Schettino