Michele Migone è il nuovo direttore editoriale di Radio Popolare

Radio News

Michele Migone è il nuovo direttore editoriale di Radio Popolare

Il suo nome è Michele Migone: giornalista, 50 anni, a Radio Popolare dal 1988, anno in cui esordì con una trasmissione sulle condizioni della scuola italiana dal titolo “Scuolabrodo”; poi cronista politico, conduttore di programmi di attualità e caporedattore delle news, per lo meno fino a qualche giorno fa, perché ora la sua veste all’interno dell’emittente milanese fondata nel 1976 cambia nuovamente.

Lo scorso 24 aprile è stata annunciata la sua nomina a nuovo direttore, raggiunta in seguito alla proposta della cooperativa Radio Popolare (azionista di riferimento della società editrice) e al voto di gradimento da parte dei lavoratori.

Migone entrerà in carica da venerdì 1 maggio e andrà a sostituire la vecchia direzione a tre formata da Marina Petrillo, Massimo Bacchetta e Raffaele Liguori.

Questo un estratto del loro saluto agli ascoltatori: “La nostra direzione collegiale ha accompagnato la radio in questa fase intensa di riorganizzazione, anche non facile per tutti i redattori, con un contratto di solidarietà che da un anno li coinvolge e che è già stato confermato anche per i prossimi dodici mesi. Diversi obiettivi sono stati raggiunti, a cominciare dalla vostra straordinaria risposta, in tutti questi mesi, alle nostre campagne di sottoscrizione e alla campagna abbonamenti. Voi restate la linfa vitale di un progetto collettivo come Radio Popolare. E tutti noi continuiamo a voler procedere sulla strada dell’informazione e dell’incontro con voi. La radio in questo anno ha lavorato per continuare a farlo, per essere più aperta e plurale. Radio Popolare però non può smettere di muoversi, guardare avanti, progettare. A tutti voi la nostra rassicurazione: Radio Popolare intende continuare a esserci. Bella, possibile, libera”.

La nuova direzione editoriale sarà presentata agli ascoltatori e agli abbonati della radio lunedì 27 aprile nel corso della trasmissione Microfono aperto, in diretta dalle 19.50 alle 21.00.

 

 

Articolo a cura di Giusy Dente