Milano: la Fabbrica di Vinile con 650.000 copie l'anno

Curiosità Radiofoniche

Milano: la Fabbrica di Vinile con 650.000 copie l'anno

Chi l’ha detto che il vinile è passato di moda? A Settala, in Provincia di Milano c’è l’unica fabbrica italiana di dischi in vinile e i numeri sono di quelli importanti.

Come riferisce LaRepubblica.it, il proprietario di questa industria è Filippo De Fassi Negrelli, il quale sette anni fa ha lasciato il suo lavoro per coltivare una sua vecchia passione e scommettere sui vinili.

L’azzardo si è rivelato vincente, con una produzione annuale che viaggia sulle 650.00 copie all’anno. L’azienda è formata da sette persone, più o meno giovani, che utilizzano i macchinari degli anni ’70 e una lavorazione ancora manovale che sta portando i suoi frutti.

Le richieste maggiori sono internazionali, come album dei Sex Pistols e dei Ramones, ma non mancano richieste anche italiane con artisti che si sono avvicinati al vinile come Tiziano Ferro, Laura Pausini, Renato Zero e Vasco Rossi, con quest’ultimo che ha pubblicato di recente un intero cofanetto.

Negli ultimi anni i cd e la musica digitale hanno pian piano soppiantato i vecchi 33 giri, ma la passione per il vinile non sembra essersi del tutto affievolita. Il merito di questa riscossa è da ricondurre a un suono migliore e più silenzioso, oltre al fascino e dal sapore retrò che il vinile riesce a dare. Ne è un esempio il dato della Entertainment Retailers Association comunicando che nell’ultimo Natale la vendita dei dischi in vinile in Inghilterra ha superato quella del digitale, con scaffali letteralmente saccheggiati.

Photo Credit: LaRepubblica.it

Articolo a cura di Lorenzo Petrucci