La nuova stagione di Radio Deejay: i pro e contro di Radiospeaker.it

Curiosità Radiofoniche

La nuova stagione di Radio Deejay: i pro e contro di Radiospeaker.it

Ce l’eravamo già chiesti in un articolo di qualche mese fa quando parlavamo dell'ipotetico ritorno di Fabio Volo e finalmente abbiamo qualche risposta: pochi giorni fa è stato ufficializzato il nuovo palinsesto di Radio Deejay per la stagione 2013/2014.

Il già annunciato ritorno di Fabio Volo, l’abbandono di Marco Baldini e altre dichiarazioni di altri speaker potevano scombinare un po’ le carte, ma i nuovi orari pubblicati risolvono qualsiasi dubbio. Se non avete letto l’articolo precedente si parte dalle 6 alle 7 con Andrea&Michele e “Deejay 6 tu”, il Trio Medusa dalle 7 alle 9 con “Chiamate Roma Triuno Triuno”, poi è il turno di Federico e Marisa dalle 9 alle 10 con “FM” (solo fino al 30 settembre, per poi lasciare spazio a Fabio Volo e al “Volo del mattino”). Si continua con Linus e Nicola Savino con “Deejay Chiama Italia” dalle 10 alle 12, la conferma dell’ultimo arrivato Alessandro Cattelan con “Catteland” dalle 12 alle 13 e “Ciao belli”, insieme a Roberto Ferrari e Dj Angelo, dalle 13 alle 14.

Qui iniziano le novità, non tanto nei nomi quanto nelle fasce orarie. Il pomeriggio, fino ad arrivare alle 20, passa infatti da programmi di 90 minuti come nella stagione scorsa a programmi di 2 ore. Leggevo sul blog di uno degli speaker della radio che la scelta di tornare a programmi pomeridiani di 2 ore è dettata anche dai rilevamenti dei dati d’ascolto, che con trasmissioni che durano 120 minuti sono un po’ più chiari. In questo modo ogni speaker ha mezz’ora di programma in più ma soprattutto le trasmissioni pomeridiane diventano 3 e non più 4.

A farne le spese però sono Rudy Zerbi e Laura Antonini, spostati nel weekend dopo la fascia quotidiana portata avanti lo scorso anno, ma era stato lo stesso Zerbi a fare questa richiesta a causa dei notevoli impegni televisivi che lo vedevano coinvolto e che gli impedivano di continuare a fare un programma ogni giorno. Quindi troviamo Albertino & WNA (Wender, Noise, Alisei) con “Asganaway” dalle 14 alle 16, Nikki con “Tropical Pizza” dalle 16 alle 18 e “Pinocchio”, in compagnia della Pina e Diego dalle 18 alle 20. La giornata si conclude con Vic e “The Network” dalle 20 alle 21.30, Guglielmo Scilla in arte Willwoosh con “A tu per Gu” dalle 21.30 alle 23 (salvo il ritorno degli Elio e le Storie Tese con “Cordialmente” il lunedì sera) e per chiudere i Vitiello con “Deenotte” dalle 23 all’una.  A parte il cambiamento nella durata dei programmi del pomeriggio, unico dettaglio che avrà colpito i perfezionisti, saltano all’occhio due cose importanti e sono quelle su cui volevo riflettere.

Intanto si capisce che non ci sono cambiamenti di nessun tipo rispetto alla scorsa stagione, nessun nuovo ingresso e nessun abbandono illustre (Fabio Volo e Baldini esclusi, di cui però si sapeva già da tempo), quindi, nonostante gli ultimi dati d’ascolto non abbiano visto un recupero su RTL da parte dell’emittente di Via Massena, la linea editoriale è quella del consolidamento e non dell’innovazione. Vedremo nei prossimi mesi se questa scelta pagherà. Anche perché, per stessa ammissione del Direttore Artistico Linus, non sono i dati d’ascolto il cruccio di Radio Deejay ma un’immagine e una squadra, caratterizzata dagli speaker e dai personaggi che compongono il palinsesto, che l’emittente già ha raggiunto e che è soddisfacente.

La seconda considerazione è, guardando il palinsesto, una domanda che dovrebbe balzarvi subito agli occhi: in una giornata così piena, con dirette dalle 6 del mattino all’una di notte, senza pause o repliche in mezzo, dove troveranno spazio Federico e Marisa, che dal 30 settembre lasceranno la fascia delle 9 a Fabio Volo e che sembrano essere la prima scelta “giovane” tra i “titolari” di Radio Deejay? Semplice, i due si inseriranno nel programma delle 20 di Vic, dando vita ad una nuova trasmissione dal titolo “Via Massena”, nome che riprende la sit-com in onda già su Deejay Tv e che vede proprio Vic e Federico Russo tra i protagonisti.

Ancora non si sa se il programma in radio assomiglierà a quello televisivo. Mi sento però di non approvare questa scelta: il rischio è che unire tre personalità così diverse possa appiattirle tutte e limitarne l’iniziativa, ma soprattutto non mi sembra corretto “trattare” in questo modo 3 speaker che stanno facendo molto bene e che negli ultimi anni hanno rappresentato al meglio il volto dell’emittente e si sono fatti trovare pronti ovunque siano stati messi. Federico e Marisa si erano conquistati un buon orario la sera e sono stati spostati dopo l’addio di Fabio Volo; anche in quel caso si sono dovuti far conoscere giorno dopo giorno dal pubblico del mattino fino a farsi apprezzare da tutti per poi essere spostati di nuovo.

Stesso discorso per Vic, speaker completo che riesce a fare bene anche nelle fasce orarie più delicate, ad esempio quando deve sostituire Linus al mattino, anche lui protagonista del serale, poi spostato a mezzogiorno e di nuovo alle 20 dopo l’arrivo di Cattelan. Personalmente credo che questi continui spostamenti non aiutino uno speaker e possano destabilizzare sia il pubblico che il suo lavoro, anche perché sono quasi sempre gli stessi a cambiare orario. Soprattutto nessuno dei tre si merita un trattamento simile, sono professionisti veri e non sono gli ultimi arrivati né nel mondo della radio né in quello di Deejay. Poi certo ci saranno tutte le ragioni di questo mondo e i motivi migliori che giustificano questo cambiamento, ma personalmente non mi ha fatto piacere leggere la notizia, sia da appassionato di radio che da ascoltatore assiduo di Deejay. Sembra quasi di leggere, tra le righe, un “Sappiamo che valete molto e che dovete rimanere nel palinsesto quotidiano, ma non essendoci più spazi vi lasciamo l’unico orario disponibile”.

Con questo, torno a dire, non voglio criticare nulla visto che come sottolineavo prima Deejay è una delle radio che preferisco e che ascolto più spesso e che continuerò in ogni caso ad ascoltare, però dopo aver letto il comunicato la prima reazione è stata questa, a difesa di Vic, Federico e Marisa e l’ho voluta esternare anche con voi. Voi cosa ne pensate? Quali sono le vostre considerazioni sul nuovo palinsesto di una delle radio più ascoltate d’Italia?

Articolo a cura di Nicola Zaltieri