Il Web riporta in vita Planet Rock di Radio2

Curiosità Radiofoniche

Il Web riporta in vita Planet Rock di Radio2

Tra il 1991 e il 1996, Radio2 ha ospitato sulle sue frequenze una delle trasmissioni più importanti della recente storia radiofonica italiana: Planet Rock, un programma che ha tenuto compagnia a milioni di italiani nelle ore serali delle giornate, dalle 21 a mezzanotte.

Sono passati oltre 10 anni dall'ultima puntata, Planet Rock per un certo periodo era stato sospeso dai vertici Rai (scatenando le proteste dei fan), il Fan Club della trasmissione aveva riscosso un successo straordinario unendo gli ascoltatori ai conduttori (anticipando in un certo senso i social network e le fan page), ha tramesso importanti concerti dal vivo, insomma è stato una pietra miliare della radio nazionale!

E proprio la sua importanza ha fatto sì che dagli archivi multimediali delle teche Rai e dalla collezione personale di Eliseno Sposato – uno dei fondatori del Planet Rock Fan Club – siano state recuperate le registrazioni delle puntate, forse tutte, che mai finora erano state ritrasmesse dopo la diretta, nemmeno una breve replica in tutti questi anni ha rivisto la luce sulle frequenze Rai. Ed ecco che, per i nostalgici e per tutti coloro che vogliono scoprire Planet Rock, viene alla luce un sito ad hoc contenente i podcast e gli streaming di alcune puntate e, soprattutto, gli eventi live più importanti trasmessi, tra cui l'unplugged di Iggy Pop del 1993, registrato proprio negli studi Rai.

I live oltretutto rappresentano un punto di forza del programma, anche perché la musica rock e tutti i suoi derivati sprigionano grande potenza proprio nei concerti creando un rapporto diretto con il pubblico; guarda caso, tutto questo si ricollega al concetto di Fan Club, una linea diretta e sincera con gli ascoltatori.

Sul sito troverete anche la storia anno per anno di Planet Rock, con i conduttori che si sono susseguiti negli studi, i vari ospiti, ma anche gallerie fotografiche e altro ancora. E, parola di Radio2, gli aggiornamenti dei materiali inediti saranno continui! Perciò, rockettari e amanti della radio, che state aspettando? Correte a (ri)ascoltare Planet Rock!

Articolo a cura di Davide Porro