Tra Pubblico e Privato di G. Gola. Breve storia sulla Radio in Italia

Libri sulla Radio

Tra Pubblico e Privato di G. Gola. Breve storia sulla Radio in Italia

Il prof.re Guido Gola ha cercato di costruire un volume a misura di studente, didatticamente semplice, schematico e breve. L’idea parte dal desiderio di formare i giovani studenti( Gola insegna all’ Università Cattolica)alla conoscenza del medium radiofonico ripercorrendone le tappe che ne hanno segnato la nascita e lo sviluppo in Italia con citazioni di libri e film che trattano l’argomento.

Si parte dalle origini con la scoperta del telegrafo e del telefono e la sperimentazione del superamento della dimensione spazio-temporale per proseguire con la nascita storicamente riconosciuta della radio ad opera di Guglielmo Marconi nel 1865 e si continua con la nascita del broadcasting nel 1920, un’ idea nata per caso che trasformerà la radiofonia nel primo grande mezzo di comunicazione di massa del secolo.

Da qui la storia inizia entrando nel vivo: Siamo nel 1924 e viene istituito in Italia l’URI(Unione Radiofonica Italiana), società privata che garantisce nei primi anni un fascio giornaliero di trasmissioni e la costruzione di una rete nazionale di stazioni trasmittenti. Tra il ’24 e il ’26 vengono inagurate le prime tre stazioni radio a Roma, Milano e Napoli con orari di trasmissione limitati e gran parte del palinsesto era costituito da musica seria, sinfonica o lirica, rivolta per lo più ai pochi utenti colti all’ascolto. In seguito URI ampliò l’offerta con l’inserimento di servizi giornalistici dedicati allo sport e con approfondimenti di scienza, letteratura, moda e perfino cinema, nel tempo furono introdotti anche programmi leggeri con note di cronaca, cultura, spettacolo e previsioni meteo.

La storia continua rivisitando il periodo duro del secondo conflitto mondiale. Nel 1940 l’EIAR riformò la propria offerta editoriale. Nasce un nuovo palinsesto caratterizzato da: Informazione e propaganda. Il sistema informativo si basava sui radio giornali trasmessi in otto edizioni giornaliere e sulle corrispondenze estere sui vari fronti di guerra ma la vera rivoluzione si realizzo in quegli anni con il fenomeno dell’ascolto clandestino di radio estere, ascolto “dovuto”, quasi costretto per ottenere informazioni da altre fonti, senza filtri propagandistici.

Le vicende continuano a incalzare con notizie e fatti particolari legati al mondo radiofonico italiano e tra alterne vicende si arriva alla storica legge Mammì, la legge dell’estate del ’90 che disciplina il sistema radiotelevisivo pubblico e privato, spiegata nel complesso in modo dettagliato e preciso. La memoria storica della radiofonia è impressa in modo lineare pur nella sua complessità, il libro costituisce un valido supporto formativo non solo per chi si appresta allo studio della comunicazione radiofonica ma anche per chi ne è semplicemente appassionato.

Scheda libro

Titolo: Tra pubblico e privato. Breve storia della radio in Italia
Autore: Guido Gola
Editore: Effatà
Collana: Accademia
Data di pubblicazione: Gennaio 2003
Pagine: 160

Articolo a cura di Nicoletta Zampano

Acquista subito questo libro