Quando e dove vi piace Ascoltare la Radio?

Curiosità Radiofoniche

Quando e dove vi piace Ascoltare la Radio?

Ultimamente mi è capitato di assistere ad un dialogo tra due ragazze che in treno parlavano dei momenti della giornata durante i quali riuscivano ad ascoltare la radio. L’ho trovato davvero un bello spunto di riflessione e devo dire che è stato anche piacevole scoprire come ci sia ancora parecchia gente che alla classica playlist caricata sul proprio lettore mp3 preferisca di gran lunga la “sostanza”, a mio avviso rappresentata dai programmi e dalle voci che sono la vera essenza della radiofonia.

Ho provato allora a fare una sorta di censimento “mnemonico” cercando di ricordare tutti i casi in cui ho avuto occasione di sentire delle persone che raccontassero i momenti e i luoghi durante i quali ascoltavano maggiormente una trasmissione radiofonica. A mio avviso, sono due le categorie di soggetti che vanno per la maggiore: quelli che fanno dell’ascolto radiofonico “uno stile di vita” e chi lo utilizza come “elemento di compagnia”.

Un’ulteriore distinzione che può essere fatta è tra chi la radio la ascolta solo durante il lavoro e chi invece la associa ai momenti di svago o di relax. Certamente i luoghi più “gettonati” dove è possibile ascoltarla sono gli spazi dove si svolgono delle attività commerciali aperte al pubblico: negozi, ristoranti, bar, centri commerciali sono indiscutibilmente posti in cui è praticamente impossibile entrare senza sentire una trasmissione di un qualsiasi Network nazionale.

E’ pur vero che questi sono anche luoghi dove la radio viene ascoltata con minor attenzione, in quanto è solo un sottofondo che si sostituisce al silenzio che altrimenti renderebbe angosciante questi ambienti. Momenti in cui l’ascolto della radio è più attento perché scelto e non “imposto” sono certamente quelli della giornata che ognuno di noi trascorre imbottigliato nel traffico o su un qualsiasi mezzo di trasporto pubblico.Spesso in questi casi l’ascoltatore fa anche una selezione accurata del Network e del tipo di programma da sentire.

C’è poi chi ha la fortuna di fare un lavoro durante il quale si può ascoltare la radio. Queste sono anche le occasioni più divertenti durante le quali si può assistere a vere e proprie discussioni da stadio tra colleghi che supportano diverse emittenti e cercano più o meno simpaticamente di imporre agli altri l’ascolto della loro preferita (nei casi più fortunati e democratici viene rispettato, a turno, il volere di tutti).

Ci sono infine persone che non possono fare a meno della radio nei momenti di tempo libero, quando sono a casa, mentre si riposano sul divano, durante qualsiasi tipo di attività fisica. Insomma, da questa analisi ho capito che in realtà ci sono diversi modi di ascoltare la radio e diversi tipi di ascoltatori/fruitori del mezzo radiofonico. Una cosa è certa: se volete passare un momento di allegria e spensieratezza, se cercate compagnia e amate la musica è sempre il momento giusto per “accendere la radio e mettersi ad ascoltare”, parafrasando le parole di Eugenio Finardi.

Ora però mi piacerebbe chiedere a voi amanti di questo meraviglioso mezzo di comunicazione, se ci sono momenti della giornata in cui preferite ascoltarla e proprio non potete farne a meno e se ci sono dei posti (anche strani o inusuali) in cui avete notato che la gente la sente maggiormente. Cosa state aspettando? Attendo di sapere cosa ne pensate!

Articolo a cura di Mattia Savioni