Quando e dove ascoltate la radio in vacanza?

Curiosità Radiofoniche

Quando e dove ascoltate la radio in vacanza?

E’ tempo di vacanze, tempo di lasciare la città ed il lavoro (per i più fortunati) per rilassarsi e ricaricare le batterie ormai da tempo consumate. Con le ferie cambiano anche le nostre abitudini di vita. Magari non si è più costretti a svegliarsi all’alba, a stare imbottigliati nel traffico o su un autobus, o ancora non si fa più colazione al bar e poi, la cosa forse più importante, non si sta in ufficio, in studio o a scuola.

Con le nuove abitudini da “vacanzieri” cambiano anche i momenti della giornata in cui si ascolta la radio e allora quello che vogliamo chiedervi è proprio di raccontarci quando e dove vi capita di sentirla e se, in proporzione, vi accorgete di dedicare più o meno tempo a questa passione.

C’è chi sicuramente, potendo trascorrere del tempo sotto l’ombrellone in spiaggia in riva al mare, si dedica al totale relax sdraiandosi su un lettino a prendere il sole mentre con le cuffiette ascolta la radio. Ma c’è anche chi invece al mare preferisce le camminate in montagna e sceglie di “staccare” completamente la spina godendosi un po’ di silenzio nel mezzo della natura, tra una camminata e l’altra.

C’è poi chi decide di andare a fare una vacanza culturale visitando luoghi e città, resistendo al caldo pur di poter ammirare beni e monumenti favolosi e tra uno spostamento e l’altro sceglie di mettersi all’ascolto della radio. O ancora c’è chi va all’estero e magari vuole ambientarsi al meglio conoscendo le abitudini e la cultura del posto anche attraverso l’ascolto dei programmi radio che vanno in onda in un determinato Paese oppure, viceversa, sente la “mancanza” dell’Italia e decide attraverso Internet di mettersi all’ascolto di voci e canzoni italiane.

Insomma, c’è chi durante l’anno vorrebbe avere più tempo per ascoltare la radio ma non riesce e approfitta delle ferie per poterlo fare, chi invece decide di staccare completamente la spina dal mondo e preferisce il silenzio o ancora chi, in assenza dei suoi programmi radiofonici preferiti a causa della pausa estiva, sceglie di arrangiarsi in qualche altro modo.

Voi di quale di queste categorie fate parte? Durante le vacanze estive avete più o meno tempo per ascoltare la radio? Quali sono i momenti della giornata in cui vi capita di sentirla maggiormente? Sono sempre connessi alle vostre abitudini e ai ritmi “da vacanza” oppure l’ascolto avviene in maniera casuale quando ne avete voglia?

Articolo a cura di Mattia Savioni