Anche Vienna regala una radio ai bambini.

Radio News

Anche Vienna regala una radio ai bambini.

“In cima ad una piccola montagna, nei pressi di un grande bosco, due fratellini di nome Hansel e Gretel vivevano con il loro papà taglialegna e la loro matrigna. Erano molto poveri e non avevano che un po’ di pane per sfamarsi. Ma un bel giorno, anzi, per meglio dire, un brutto giorno, persino la pagnotta venne a mancare. La perfida donna non sopportava i due figliastri e, approfittando della disperazione del marito, durante una lunga notte insonne gli sussurrò: Domani mattina abbandona i bambini nel bosco, non possiamo più dar loro da mangiare. Se non lo farai moriremo tutti di fame.” ( Stralcio tratto dalla fiaba di Hansel e Gretel dei fratelli Grimm)

I fratelli Grimm sono due studiosi tedeschi che hanno fissato su libri le antiche fiabe della tradizione orale della cultura popolare europea. Dedicarono la loro vita alla raccolta del patrimonio comune di tutti i tedeschi, andando in giro per le campagne alla ricerca dei racconti antichi delle nonne e bisnonne.

Da questa attenta analisi sono nati capolavori come Hansel e Gretel, Cappuccetto rosso, Biancaneve e i sette nani, Cenerentola, Il principe rospo, La guardiana di oche, Frau Holle, I sette corvi, Il prode piccolo sarto, Il lupo e i sette capretti, I musicanti di Brema.

Le fiabe hanno origini antichissime e narrano vicende di esseri umani e di esseri soprannaturali. Le fiabe non raccontano fandonie ma creano situazioni fantastiche, rappresentando un genere narrativo, diffuso nel cinema, nei cartoni animati, nei videogiochi, nelle radio e in tv.

La fortuna delle fiabe per bambini sta nella capacità di tramandare riti di iniziazione, strade di crescita attraverso cui i bambini imparano che il male esiste, che bisogna combatterlo, che è importante crescere, distaccandosi dalla famiglia, che le buone azioni prima o poi vincono mentre quelle cattive perdono e bloccano.

Anche il medium radiofonico ha nel corso degli anni realizzato canali, più o meno istituzionali, adatti ai più piccoli in cui il viaggio di iniziazione parte da un sonoro.

Informare significa scegliere cosa mostrare, cosa dire e come farlo. Le parole correggono gli eventi spiacevoli, riducendo e circoscrivendo l’irrazionale dentro una formula di senso compiuto in modo tale da metabolizzarlo e rielaborarlo consapevolmente.

I bambini di oggi sono svegli e acuti e fanno i conti con la società che li circonda. Per questo l’informazione radiofonica deve garantire degli spazi a misura di bambino in cui ogni fanciullo si senta rappresentato attraverso uno schema potenziale utile alla sua età. Per un bimbo la vera macchina audiovisiva resta la matita e i pastelli. Con un disegno semplice, nero su bianco, si esprime un intero universo di idee ed aspirazioni.

In Italia ritroviamo uno storico e classico programma per bambini, Piccolaradio, targato Radio3, in cui si snoda un percorso unico tra fiabe, consigli di lettura per ragazzi, materiale d’archivio Rai, ricette di cucina, itinerari di viaggio e musica a misura di bambino.

Al momento questo piccolo mondo sembra non sia in programmazione, ma il nostro paese annovera anche altre realtà per l’infanzia come Radiobimbo, Radio Dynamo, La radio delle idee, Radio Magica e la web radio dei ragazzi Radio Morazzone.

La radio, una buona radio ha il compito di insegnare, far capire e valorizzare il suo ruolo divulgativo, di intrattenimento ed educativo, restituendo agli ascoltatori la sua primaria vocazione di mediatore del mondo circostante.

Vienna, capitale dell’Austria, vive di grandi fermenti culturali e la sua università fu tra le prime a istituire una cattedra di storia dell’arte nel 1852. Anche la radio viennese vive un periodo di cambiamenti positivi, dopo tv e internet per ragazzi, arriva anche una radio interamente dedicata ai bambini under 7 che trasmette, 24 h su 24, per i piccoli ascoltatori musica, fiabe, racconti e radiogiornali a carattere scientifico-divulgativo.

Una radio utile che colma un grande vuoto mediatico. L’emittente appartiene alla societá "Mein Kinderradio Ltd." con sede in Gran Bretagna, i cui proprietari sono austriaci e molto noti sulla scena FM.

La Radio Dinosauro detta “Radino” è stata lanciata nel luglio scorso ed è una radio FM con frequenza medio-bassa, limitata all’hinterland viennese, ma può essere ascoltata anche sul web in tedesco all’indirizzo: www.radino.at

In Austria viene dato potere ai bambini, indirizzando un intero canale alle loro fantasie e ai bisogni dei loro genitori. Ogni target di riferimento merita una sua finestra per crescere e non è un caso che si scelga di raccontare fiabe in questo tipo di realtà, perché una fiaba ha in sé tre componenti strumentali: l’evento scatenante, il pensiero cognitivo conseguente e le conseguenze comportamentali, emotive e fisiologiche che educano e valorizzano il viaggio di ogni piccolo ascoltatore.

 

Articolo a cura di Nicoletta Zampano