Radio 2: Brave Ragazze chiude inaspettatamente

Radio News

Radio 2: Brave Ragazze chiude inaspettatamente

Questo fine settimana ha preso ufficialmente il via “Che Ci Faccio Qui?” il nuovo programma del weekend di Radio 2, condotto dalla stakanovista Nicoletta Simeone e dallo “spostato” Massimo Cervelli.

Il nuovo format è in onda il sabato e la domenica dalle 13:40 alle 15:00 prendendo di fatto ufficialmente il posto dell’ormai collaudatissimo e amatissimo “Brave Ragazze”, il programma che Nicoletta Simeone ha condiviso per diversi anni con l’ormai voce storica di Radio 2, Federica Gentile (memorabile il suo show del sabato pomeriggio “Hit Parade Live Show!).

Deve dirsi quindi ufficialmente conclusa l’avventura delle “Brave Ragazze”? Il programma vantava una fetta considerevole di fan proprio sui suoi canali social (su Facebook i “mi piace” erano circa 15.400!) e, prima della sua ricollocazione, era parte integrante anche del palinsesto dei giorni feriali di Radio 2. In realtà a noi sembra che il direttore Mucciante stia puntando moltissimo sulla ottima linea musicale della radio (originale e diversa da quella degli altri network, questo va detto!) e su format musicalmente caratterizzati (“Pop Corner”, “Wake Up, Revolution!” e “Jukebox All’Idrogeno”) che sono in onda praticamente tutti i giorni.

“Che Ci Faccio Qui?” è invece un programma che parla di viaggi e turismo. Ogni weekend Nicky e Max infatti scelgono una meta verso cui “traghettare” virtualmente l’ascoltatore. Protagonista della prima puntata è stata la città di Venezia. Non mancano, nel corso della diretta, gli interventi dei personaggi famosi che, in qualità di “viaggiator cortesi” (e ovviamente autoctoni), dispensano consigli sulla loro città.

Noi di Radiospeaker facciamo quindi un enorme “in bocca al lupo” a Nicoletta Simeone, a Max Cervelli e a tutto il team di “Che Ci Faccio Qui?” per la nuova avventura radiofonica.

Allo stesso tempo però ci auguriamo di poter riascoltare presto anche la bravissima Federica Gentile, voce e volto di punta non solo di Radio 2 ma anche delle webradio musicali targate RAI e delle iniziative musicali (Sanremo in primis) della tv di Stato.