"La Radio nel Cinema":esce il libro di Silvia Venturi, Speaker di Radio Rosa

Libri sulla Radio

"La Radio nel Cinema":esce il libro di Silvia Venturi, Speaker di Radio Rosa

Il 3 dicembre ci sarà la presentazione del libro “La Radio nel Cinema” scritto da Silvia Venturi, ore 18.00 presso la libreria Discoshop di Poggibonzi(SI).

Silvia Venturi, voce di Radio Rosa, emittente toscana, amante della radio da sempre e appassionata di cinema, ha fuso le sue più grandi passioni prima in una tesi di laurea, la sua, nella quale tra l’altro scrive:”C’è qualcosa di sottile che unisce radio e cinema, un insieme di coincidenze storiche e di rapporti di forza che nel corso degli anni, a partire dal 1895, hanno unito questi due media così diversi, eppure così vicini….”.

Ora, la speaker, ha condensato tutto in un libro, edito da Cinetecnica e presentato alla 67esima Mostra del cinema di venezia che ha l’ardito compito di gemellare queste due realtà mediatiche, partendo dall’analisi di alcuni fra i più noti film-cult amati dal grande pubblico(Radio Days, Talk Radio, Radiofreccia, Good Morning Vietnam, Un volto nella Folla ecc..), riletti in chiave radiofonica. Quanto il cinema ha tradotto della radio e dalla radio e quale immagine “radiofonica”, si trae dal messaggio cinematografico.

Questi i film esaminati:

- UN VOLTO NELLA FOLLA di Elia Kazan
-RADIO DAYS di Woody Allen
-GOOD MORNING VIETNAM di Barry Levinson
-TALK RADIO di Oliver Stone
-RADIOFRECCIA di Luciano Ligabue
-JACOB IL BUGIARDO di Peter Kassovitz
-I CENTO PASSI di Marco Tullio Giordana
-LAVORARE CON LENTEZZA di Guido Chiesa
-NATALE A CASA DEEJAY di Lorenzo Bassano
-RADIO AMERICA di Robert Altman

Questa l’ambiziosa e quanto mai interessante indagine minuziosa e divertente letta e interpretata da Silvia Venturi che, permetterà al lettore di rileggere in una nuova chiave di volta la radio e le sue mille sfaccettature.

La Radio come strumento di potere, come affermazione e riconoscimento di una identità, singola o collettiva che sia, come semplice mezzo di comunicazione o come metafora della vita.

In fondo senza radio che vita sarebbe la nostra? Per chi ama e vive la radio, addetto ai lavori e non, questo piccolo ma geniale libro potrà essere sicuramente un buon compagno d’avventura….

Articolo a cura di Nicoletta Zampano