Radio Emilia 5.9: il Reality di MTV sulla Web Radio di Cavezzo

Radio News

Radio Emilia 5.9: il Reality di MTV sulla Web Radio di Cavezzo

Ripartire, ricominciare. Quante volte abbiamo sentito dire queste parole dopo un episodio brutto o un periodo particolarmente negativo della nostra vita. È proprio quello che stanno facendo gli abitanti dell'Emilia Romagna, colpiti e ancora segnati dal terremoto del maggio scorso. Sono vari i modi in cui si può ricominciare, esorcizzando il passato e cercando, per quanto possibile, di passarci sopra e dimenticare. Anche la radio può diventare uno strumento utile in questo processo, soprattutto se viene aiutata con la visibilità data da un colosso della televisione come MTV.

Parliamo di Radio Emilia 5.9 - la mia vita dopo il terremoto, il docu-reality realizzato da MTV che andrà in onda a partire da lunedì 14 gennaio per 20 puntate, dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 18.30. Radio Emilia 5.9 è una Web Radio nata nel dicembre 2012, quindi da pochissime settimane, nel comune di Cavezzo, uno tra i più colpiti dal terremoto ed è un progetto che ha affascinato anche il canale tematico musicale tanto da creare questa serie di puntate.

Ovviamente lo spazio principale sarà dato ai 4 giovanissimi protagonisti di questa avventura: Eugenio Bignardi e Luca Modena (18 anni), Doina Caraus (16 anni) e Matteo "Sippo" Silvestri (22 anni), che racconteranno le loro emozioni dietro il microfono e da dove è nata l'idea della Web Radio. È anche il racconto della realizzazione di un sogno, della possibilità di creare una radio, la passione di una vita e incentrarla sulle vicende delle popolazioni colpite dal terremoto, con testimonianze dirette, aggiornamenti sulla situazione del territorio e testimonianze di chi sta dando una mano per tornare alla normalità.

Una storia dentro la storia è già quella che riguarda la costruzione degli "studi" della radio e della partenza vera e propria del progetto: un falegname locale ha donato ai quattro ragazzi una casetta in legno che è quella da dove trasmettono attualmente, poi con una raccolta fondi sono arrivati il materiale e la strumentazione per andare "on air" e poi con tanta passione, determinazione ed entusiasmo (quelle sono certo già presenti da tempo) sono cominciate le trasmissioni. Fino a quando MTV ha avuto l'idea di lanciare un programma dedicato a questa giovane avventura e sono iniziate anche le registrazioni.

Cosa insegna questa storia? Siamo di fronte ad un altro esempio di come la radio può aiutare a trasmettere dei messaggi positivi, a promuovere lo spirito di iniziativa di tanti giovani e a mantenere comunque il suo valore informativo. È bello anche vedere come le buone idee abbiano le vetrine adatte per presentarsi e finalmente avere lo spazio che meritano. Lo abbiamo detto molte volte nei nostri articoli, a dispetto di tutto quello che si può leggere in giro la radio è ancora un mezzo importante, affascinante e pieno di potenzialità. Questa è una di quelle storie che lo dimostrano. Speriamo di vederne molte altre nel corso di quest'anno.

Appuntamento quindi su MTV da lunedì 14 gennaio ogni giorno dalle 16 alle 18.30 per 20 puntate, per conoscere la situazione delle popolazioni colpite dal terremoto, ma soprattutto per vedere quanto la radio possa essere utile in questi territori.

Articolo a cura di Nicola Zaltieri

Fonte:
ilfattoquotidiano.it/