Radio Experience: una giornata da non dimenticare

Curiosità Radiofoniche

Radio Experience: una giornata da non dimenticare

La classica data da ricordare, da segnare sul calendario cerchiata con un enorme pennarello rosso. Una di quelle opportunità che non ti ricapitano facilmente nella vita e che devi, necessariamente, cogliere al volo. Ed è quello che ho fatto quando mi hanno proposto di accompagnare i tre vincitori del Web Radio Festival, premiati sul palco del Circolo degli Artisti a Roma il 23 novembre scorso, ad una giornata chiamata “Radio Experience”, che i tre avevano ottenuto come premio.

Nello specifico, consisteva in una “gita turistica” per un giorno intero a Milano nelle sedi del Gruppo Finelco, quindi a Radio 105, Virgin Radio e RMC, tre dei network più ascoltati d’Italia! Conosceremo di persona gli speaker delle tre radio, vedremo da vicino come si muovono, capiremo come viene strutturata e organizzata una macchina così complessa, che deve ovviamente muoversi alla perfezione per funzionare al meglio.

Il ritrovo con i tre fortunati vincitori è fissato per le 10.30 davanti alla sede delle radio (che è in comune a tutte e tre le emittenti, nel caso nel corso dell’articolo dovessi riferirmi solo alla sede parlo comunque di tutte le radio) e al mio arrivo incontro Boris Zuccon (miglior voce maschile), Roberta Furlan (miglior voce femminile) e Riccardo Gaz (Radio 92100, gran premio della giuria). Nel corso della giornata abbiamo modo di conoscerci un po’ meglio e in tutti e tre traspare chiara la grande passione per la radio e la voglia di fare qualcosa di importante.

Finalmente possiamo entrare, veniamo accolti con grande calore e cordialità da Daniela Zoppi (responsabile Ufficio Stampa per il gruppo Finelco) che sarà un po’ il nostro Virgilio, la nostra guida all’interno degli studi per tutta la giornata. Il suo sorriso, la sua positività e il suo ottimismo ci hanno contagiato per tutto il tempo.

Si parte, il primo studio che ci accoglie è quello più moderno e utilizzato, con parecchie telecamere intorno. È lo studio in cui vengono portati gli ospiti, l’intervista viene registrata e poi mandata sul sito della radio e sulle web tv dell’emittente. Il programma è “105 Friends”, con Toni & Ross e l’ospite è il noto chef Simone Rugiati, passato per presentare il suo nuovo libro di ricette.

Nelle pause tra un intervento e l’altro abbiamo l’occasione di scambiare quattro chiacchiere con tutti e tre, ci chiedono chi siamo, da dove veniamo, perché siamo lì e cosa facciamo (inizialmente prendendoci per amici di Simone Rugiati). Professionalità, capacità di reggere un’intervista, originalità (difficile fare domande non scontate ad uno chef per un libro di ricette, loro ci sono riusciti) quello che mi porto via da questa prima mezz’ora.

Poi iniziamo la parte “amministrativa” della visita, andando ad incontrare Angelo De Robertis, direttore artistico di Radio 105, a cui rivolgiamo tutte le domande che ci passano per la testa. Angelo si mostra molto interessato e coinvolto nel discorso, chiede spesso ai tre vincitori cosa fanno in radio, come vivono la loro passione. Alla fine della chiacchierata l’impressione è che sia lui stesso a volerla continuare ma purtroppo i tempi sono stretti e dobbiamo proseguire. Complimenti però ad una persona molto umana, appassionata, visionaria, con cui è molto piacevole scambiare due parole riguardo alla radio, caratteristiche che non appartengono a tutti quelli che stanno nella sua posizione lavorativa.

A questo punto veniamo affidati a Beppe Cuva, responsabile delle web tv e della parte web del Gruppo Finelco, altro grande professionista che prende il ruolo di Cicerone e ci accompagna tra i corridoi della radio per mostrarci gli uffici della redazione, della programmazione musicale e poi nella divisione web, il suo mondo, in cui assistiamo al montaggio dei contenuti, vediamo la sala in cui vengono registrati gli estratti video e sbirciamo i ragazzi della redazione al lavoro.

Ci spostiamo anche in una sede distaccata del gruppo, poche centinaia di metri più avanti e conosciamo un altro mondo molto interessante, quello della redazione giornalistica, in cui in sostanza vengono preparati e registrati tutti i notiziari che vanno in onda sulle emittenti. Incredibile come sole 4 o 5 persone riescano a svolgere tutto questo lavoro, sintomo di grande organizzazione, puntualità e preparazione (per tutti gli aspiranti che fossero interessati a questo ruolo, ci hanno sottolineato più volte che è obbligatorio il tesserino da giornalista per provarci, attrezzatevi).

Dopo una breve pausa pranzo e due passi per Milano torniamo in studio ancora molto carichi e per nulla stanchi. Purtroppo salta la possibilità di assistere al programma di Ringo su Virgin Radio, “Revolver”, ma al nostro arrivo ci rifacciamo subito entrando nella diretta di “Nick is in the air” su RMC con Nick the Nightfly. Un’altra mezz’ora molto costruttiva, anche Nick è una persona molto genuina, aperta, che si è da subito interessata ai ragazzi e ci ha anche salutato in diretta sottolineando la bontà dell’iniziativa. Un atteggiamento e una personalità che rispecchiano al meglio il programma che deve condurre e lo stile che deve tenere, con notizie fresche e curiosità dal mondo. Capacità di linguaggio (parliamo pur sempre di uno speaker scozzese su un network italiano) e molta, molta ironia, requisito fondamentale in questo lavoro, quello che Nick mi ha trasmesso durante questo incontro.

Siamo quasi alla fine ma, come disse Ligabue, il meglio deve ancora venire. Ci aspetta infatti il programma più irriverente e più ascoltato nel pomeriggio radiofonico italiano, oltre che la trasmissione di punta di tutte le emittenti, lo Zoo di 105. Personalmente il momento della giornata che aspettavo con maggior curiosità, perché volevo capire dal vivo il motivo di questo successo. Mazzoli era in collegamento da Miami ma tutto il resto della banda era presente.

Caos organizzato, penso che questa sia la definizione più adatta, perché quella che all’apparenza potrebbe sembrare un’accozzaglia di personalità e di imprevedibilità in realtà è frutto di un attento lavoro, di una struttura ben precisa e di una capacità innata di entrare al momento giusto e prendersi i propri spazi. D’altronde se sono tra i più ascoltati un motivo ci sarà. Complimenti.

Siamo veramente al termine ma qui si nasconde la sorpresa più grande. Rimaniamo nello studio dello zoo per assistere alla diretta di “105 music and cars”, con Alvin e Dj Giuseppe, il classico contenitore pomeridiano che però anche in questo caso ha una forte identità e una struttura molto ben organizzata. Stiamo per salutarci visto che il nostro tempo è finito quando i due deejay ci chiedono di entrare in diretta con loro e permettono ai tre vincitori di fare un rapido saluto ai microfoni di 105 e raccontare brevemente il motivo della loro presenza.

Penso sia stato un momento fantastico ed indimenticabile per loro, poter vivere anche se per pochi secondi il sogno di una vita è sempre emozionante. Mi ha colpito molto l’affiatamento dei due dj, sono due personalità esattamente all’opposto ma che si completano molto bene e che, ognuno coprendo le mancanze dell’altro, riescono a costruire un programma che fila liscio ed è gradevole da sentire. Grandi complimenti anche a loro.

Come avrete notato ho portato a casa qualcosa di importante e ho imparato molto da ognuno degli appuntamenti a cui abbiamo assistito e per quanto mi riguarda è stato il vero valore aggiunto della giornata.

Quindi grazie a Radiospeaker.it che mi ha permesso di vivere questa esperienza, complimenti ai tre vincitori del Web Radio Festival che hanno condiviso con me la giornata e con cui condivido lo stesso sogno, complimenti e un grazie immenso al Gruppo Finelco, nelle persone di Daniela e Beppe e di tutte quelle che ci hanno accolto e che hanno scambiato due parole con noi, per averci fatto vivere il nostro sogno e averci regalato una giornata indimenticabile. Speriamo di poter replicare al più presto, a questo punto continuiamo a sognare!

Articolo a cura di Nicola Zaltieri