Radio Lab F2 rischia di chiudere per mancanza di fondi

Radio News

Radio Lab F2 rischia di chiudere per mancanza di fondi

Creare un format, selezionare i brani da mandare on air, condivider un microfono: chi ama la radio sente già i battiti accelerare solo a sentire nominare queste attività. Ma chiunque, non solo chi ama la radio, può capire che si tratta di attività formative, di un lavoro di squadra che stimola al dialogo, al confronto, ad una crescita e responsabilizzazione personale.

C’era una volta F2 Radio Lab, il laboratorio dell’ateneo Federico II di Napoli, con sede nel Dipartimento di sociologia: si tratta della web radio dell’Università di Napoli, operativa dal 2005, che ora rischia seriamente di chiudere per mancanza di fondi. In questi anni il percorso di formazione alla base di Radio F2 aveva formato centinaia di studenti, avviandoli alla carriera di speaker, di giornalista, o semplicemente facendo loro capire che quella della radio e della comunicazione non era la loro strada ( a tal proposito vedi F2 Radio Lab) .

In ogni caso, durante tutti questi anni Radio F2 ha rappresentato una realtà valida e funzionante, dove gli studenti potevano creare insieme un prodotto ricco di valore e significato, sentirsi parte di un gruppo, di un progetto buono.

La notizia dell’imminente chiusura della radio ha indignato gli studenti e anche coloro che sono stati studenti in passato e che hanno fatto il tirocinio all’interno degli studi: quegli stessi studi che ora, dopo la pausa estiva, non sono stati riaperti per mancanza di fondi. Ora, più di 70 studenti che avevano iniziato il percorso formativo presso Radio Lab F2 si trovano con la porta chiusa in faccia, non solo metaforicamente.

Intanto altre radio e media si stanno mobilitando a sostegno della web radio dell’Università partenopea. La Direttrice del Dipartimento di Sociologia Enrica Amaturo ha dichiarato di non voler arrendersi a questa chiusura ma si è detta fiduciosa. E’ iniziata anche la mobilitazione degli studenti che chiedono la riapertura di Radio F2 sulla pagina ufficiale Facebook.

Noi di Radiospeaker.it ci uniamo al coro di tutti quelli che si oppongono alla chiusura di questa bella realtà e speriamo di non dover dire “C’era una volta Radio Lab F2…”: speriamo invece che, come in una favola, ci sia un lieto fine. Ora tocca a voi, radioamatori: vogliamo sapere la vostra opinione riguardo a questa vicenda.

Articolo a cura di Eleonora Corgiolu