Nasce Radiooooo.com: la “Macchina del Tempo delle Canzoni”

Curiosità Radiofoniche

Nasce Radiooooo.com: la “Macchina del Tempo delle Canzoni”

“Ah, che bello se esistesse la macchina del tempo! Non solo per poter vivere in prima persona anni indimenticabili, ma anche per riuscire ad ascoltare quello che le radio trasmettevano, in particolare le canzoni…”.

Chissà quanti di voi (me compreso) hanno sognato tutto ciò e quanti hanno espresso il desiderio che tutto questo diventasse reale. Ebbene sì, qualcosa di simile esiste, si tratta della Macchina del tempo Musicale.

Si chiama radiooooo.com ed è una piattaforma semplice, intuitiva ed accattivante. Basta scegliere un decennio dal 1900 ad oggi, poi una nazione del mondo e con un click si viene subito trasportati nel “sound radiofonico” di quell’epoca e quel luogo. Se state pensando quel che penso io vi anticipo: che spettacolo!

L’idea che ha portato alla realizzazione di questo progetto è alquanto affascinante. Nel 2012 il dj francese Benjamin Moreau, che diventerà il fondatore del progetto, era su un’auto sportiva degli anni ’60 che apparteneva a suo padre. Mentre si divertiva a girare le manopole di una radio vintage sul cruscotto, si è improvvisamente imbattuto in una stazione che trasmetteva musica techno. Fu questo strano gioco del destino e questa immagine un po’ surreale a far nascere in lui l’idea di poter permettere ad altre persone di compiere dei veri e propri viaggi musicali nel tempo.

E’ proprio così che è nata la start-up. La piccola società si chiama Radiooooo e le cinque “o” rappresentano il numero dei continenti.

Attraverso la collaborazione ed il contributo crescente di molte persone, ha preso vita una raccolta di tesori musicali provenienti da tutto il mondo, che è stata organizzata per nazioni e decadi, dalla nascita della radio sino ai giorni nostri.

L’intero sito è caratterizzato da una playlist di canzoni suggerite da 30.000 iscritti che partecipano attivamente nel rifornire la mappa di “tesori”, unita ad una squadra di editor che, con molta pazienza, vaglia centinaia di proposte, compiendo una selezione soprattutto in base alla qualità audio dei file ma anche a quella artistica dei brani.

Credo di essermi già dilungato sin troppo. Cosa aspettate a viaggiare nel tempo? Buon divertimento!

Articolo a cura di Mattia Savioni