La Radio e le Sagre

Curiosità Radiofoniche

La Radio e le Sagre

I bambini che scorazzano felici  e liberi sui prati, giocando con i fili d’erba  e i fiori e le famiglie spensierate raccolte davanti ad un piatto di agnello o spiedini alla brace. Un bel quadretto estivo di una delle tante sagre e feste di paese disseminate per la penisola da nord a sud, dal mare alla montagna. Ogni festa è paese: si socializza, si sente bella musica e soprattutto si mangia bene e spesso si mangia tanto senza differenza d’età.

L’Italia godereccia è anche questa e viene ritratta con parsimonia in ogni salsa possibile anche dalle radio nostrane che delucidano i radioascoltatori con le ultime news attinenti alle sagre locali come Radio Gold ad esempio che con la sua rubrica “Andar per sagre” permette ai fedelissimi della radio di scoprire o riscoprire le feste enogastronomiche e le sagre più belle della loro zona. Un idea semplice che può interessare un po’ tutti, giovani o meno. Una scelta seguita da varie realtà radiofoniche locali che risulta comunque vincente. Quante infatti le radio che indirizzano su vari e molteplici eventi, non solo gastronomici, i propri radioascoltatori per far passare un felice weekend o una serata estiva in particolare.

La radio locale, in fondo, è vicina alla gente anche per questo: informa sulla realtà del territorio in diversi modi, permettendo a chi ascolta di rimanere sempre ancorato almeno con un piede per terra al mondo circostante. La musica in radio, quindi, ci connette al mondo e non viceversa, quanti i tifosi calcistici che seguono la propria squadra attraverso le frequenze della propria radio preferita. Ancor meglio scoprire in estate gli eventi e gli spettacoli più glamour sulle note del canale radio più seguito, soprattutto, quando si tratta di gustare del buon cibo italiano.

E se ci proponessero un programma radiofonico centrato tutto su sagre di paese e feste enogastronomiche, che fareste? Ascoltereste volentieri o cambiereste subito stazione? Ne conoscete qualcuno già in programmazione?

Articolo a cura di Nicoletta Zampano