Minacce a Radio Siani: la Web Radio della Legalità

Radio News

Minacce a Radio Siani: la Web Radio della Legalità

“Guarda questi scemi, fanno parte dell’antiracket – ha gridato il balordo – vi devo uccidere tutti”. Non deve essere stato facile per i volontari della redazione; minacce di camorra, dure come la pietra, proprio nel cuore pulsante di Radio Siani, avamposto partenopeo a difesa della legalità.

L'episodio è di qualche giorno fa: un pregiudicato visibilmente ubriaco, dopo aver più volte lanciato minacce di morte verso gli operatori dell'emittente affacciati al balcone, è riuscito ad introdursi in radio. Le intimidazioni sono avvenute nella mattinata dello scorso 20 aprile mentre una scolaresca proveniente da Taranto visitava i locali del web - network.

L'uomo, è stato subito trascinato via da un suo conoscente, mentre urlava il proprio disprezzo verso i ragazzi di Radio Siani. Per l'individuo in questione, sono scattate le manette grazie all'intervento dei carabinieri della tenenza di Ercolano guidati dal comandante Gianluca Candurra.

I militari hanno tranquillizzato i ragazzi e assicurato alla giustizia il pregiudicato. «Non siamo preoccupati, i carabinieri come sempre, ci hanno tutelati. Il personaggio che ci ha minacciati ha avuto ciò che meritava, tra l'altro era da poco stato scarcerato. Abbiamo denunciato l'accaduto perché nessuno deve permettersi di pensare di poter fare o dire ciò che vuole in qualsiasi momento, contro i ragazzi di Radio Siani impegnati quotidianamente sul territorio in battaglie per la diffusione della cultura dell'antimafia e della legalità» - spiega Amalia De Simone, direttore della radio.

Radio Siani e' la web radio della legalità nata in funzione anticamorra e con propositi di denuncia sociale. Ha sede in un bene confiscato alla camorra nella città di Ercolano (provincia di Napoli) ed è un progetto intitolato alla memoria del giovane cronista e pubblicista napoletano Giancarlo Siani, ucciso sotto casa all’ età di 26 anni. I suoi articoli, pubblicati da “Il Mattino”, urlavano a voce alta contro la camorra che inquina e distrugge tutto.

A Radio Siani va tutta la solidarietà dello staff di Radiospeaker.it

Articolo a cura di Fabrizio Brancaccio