Radio Vaticana apre Pagina Web in coreano

Radio News

Radio Vaticana apre Pagina Web in coreano

In questo delicato momento storico in cui ci si sofferma fortemente in Vaticano sul ruolo della Famiglia nella società attuale con il Sinodo Pastorale delle Famiglie, Radio Vaticana allarga il suo giro di azione mediatica, includendo anche la Corea nella sua unità dialettica ed umana.

Radio Vaticana rappresenta sicuramente l'unica realtà multimediale universale al mondo, arrivando al cuore della gente in 45 lingue diverse e con 13 alfabeti distinti. Il suo compito primario è diffondere, riflettere e amplificare gli insegnamenti della Dottrina della Chiesa Cattolica e la voce del Santo Padre.  La particolarità di questa emittente speciale sta nella diversificazione delle tematiche affrontate sulla base della sezione di riferimento per cui ogni redazione linguistica ha una sua autonomia e produce programmi utili per i propri ascoltatori.

La sua universalità non centralizza, ma direttamente e indirettamente distingue, confrontandosi con popoli e culture paradossalmente distanti, ma  tutti vicini agli insegnamenti cristiani. Dal 9 ottobre scorso, giorno speciale in cui si festeggia in Corea la "Giornata nazionale della lingua coreana", Radio Vaticana ha ufficialmente aperto la pagina web in coreano.

Questo servizio in lingua coreana sarà un mezzo di comprensione reciproca senza muri, non solo per i coreani che stanno in Corea del Sud, ma anche per quelli della Corea del Nord. Il nostro Paese conosce e stima in toto la Corea. Ultimamente sono stati aperti anche canali commerciali unici che includono turismo, gastronomia e moda.

Mentre lo studioso russo Andrei Lankov riporta sul Guardian una prospettiva nuova e positiva della Corea del Nord, descrivendone l'iniziale cambiamento socio-economico in crescita degli ultimi anni e il quotidiano italiano "La Repubblica" racconta la bellezza straordinaria e semplice delle donne del Nord coreane, quasi a ribadirne l'universalità dei diritti,  Radio Vaticana si confronta con questo meraviglioso popolo via web.

Articolo a cura di Nicoletta Zampano