Radio Verona premiata al RadioTv Forum

Radio News

Radio Verona premiata al RadioTv Forum

Si è svolto lo scorso 21 giugno a Roma il RadioTv Forum, l’ormai consueto appuntamento con il convegno annuale della nota organizzazione di categoria Aeranti – Corallo, dove è stato possibile analizzare l’attuale situazione in cui versa l’intero sistema radiotelevisivo locale.

Una serie di incontri con esponenti del panorama mediatico ed esperti del settore multimediale realizzato in un periodo storico importante, quello in cui ricorre il quarantennale dalla libertà di trasmissione sancita nel luglio del 1976 dalla Corte Costituzionale, con la storica sentenza n. 202, grazie alla quale proprio l’emittenza locale ha avuto la possibilità di godere di maggiori spazi di diffusione.

Un risultato importante, questo, ribadito nel corso degli anni dall’importanza assunta dalle realtà del territorio in termini di trasmissione di informazioni in un determinato bacino d’utenza, in cui
ad essere vincente è stato da sempre il rapporto instauratosi con gli ascoltatori, alla base della crescita degli ascolti.

Un successo che ha visto protagonista anche Radio Verona, premiata con una targa durante l’appuntamento romano che ha visto tra i relatori personalità come il Sottosegretario di Stato allo Sviluppo economico con delega alle Comunicazioni, on. Antonello Giacomelli e il Presidente del Coordinamento nazionale dei Corecom, dott. Felice Blasi, oltre a diversi esperti strettamente collegati all’ambito della comunicazione, tra i quali l’Amministratore Delegato di Rai Way, Stefano Ciccotti e Adriana Lotti del settore servizio economico e statistico dell'Agcom.

Un bel riconoscimento, quindi, per l’emittente veneta, in occasione dei suoi 41 anni di attività, forte del suo numero di ascolti e ben consolidata ormai dal 1975 nel ricco palinsesto in grado di spaziare dalle notizie giornaliere, passando per le rubriche, sino ad arrivare ai format d’intrattenimento.

Un merito che si unisce a quelli rivolti alle numerose realtà locali che, nonostante il perdurare di momenti difficili a causa dell’attuale situazione economica, continuano a resistere con impegno e sacrificio grazie al lavoro costante di conduttori, tecnici e redattori, i quali, con grande abnegazione alimentano la forte passione per il mezzo, rendendo partecipi i fedelissimi ascoltatori che ne decretano il successo.

Articolo a cura di Maurizio Schettino