Radio2: Lorenzo Scoles conduce Refresh

Radio News

Radio2: Lorenzo Scoles conduce Refresh

Ormai sono tanti i programmi radiofonici fondati sul diretto coinvolgimento degli ascoltatori, fedelissimi nel sintonizzarsi sul proprio format preferito e spinti dalla voglia di interagire con il conduttore che, “on air”, è pronto a renderli protagonisti con argomentazioni particolarmente stimolanti.

Un’interazione ben presente, come nel caso di “Refresh”, il programma in onda su Radio 2, il sabato alle 15 e 30, condotto da Lorenzo Scoles con la regia di Danilo Paoni.

Con il supporto di immagini e suoni, particolare è la descrizione delle novità che ruotano intorno agli interessi del pubblico, in grado di spaziare su più fronti: dal cinema, passando per il design e l’architettura, sino ad interessanti news sulla moda e il teatro.

Una comunicazione originale, quella proposta dal contenitore radiofonico, ben strutturata nella divulgazione delle informazioni oggetto delle notizie da trasmettere, tra personaggi e citazioni sonore, finalizzate alla promozione di ciò che merita di essere preso in considerazione dagli ascoltatori, relativamente alle uscite cinematografiche, editoriali etc.

Un lavoro redazionale che, in tal caso, acquista il suo indiscusso valore nel “confezionamento” del programma, in cui grande rilevanza assume il coordinamento di ciò che viene elaborato nella scrittura, strettamente collegata alla scelta musicale, la quale deve essere ovviamente adeguata a ciò che viene proposto.

Come si diceva, anche in questo format l’interazione degli ascoltatori risulta maggiormente attrattiva, grazie alla possibilità per questi ultimi di essere protagonisti, inviando alla redazione una nota audio di massimo un minuto.

Un modo per essere coinvolti nel vortice di musica e parole ben miscelato dallo staff di Refresh e pronto per essere accolto dal pubblico di Radio 2.

SCHEDA PROGRAMMA.
Titolo: REFRESH
Emittente radiofonica: Radio 2
Fascia Oraria: sabato – 15,30
Speaker: Lorenzo Scoles
Regia: Danilo Paoni

Articolo a cura di Maurizio Schettino