Radiocompass 2017: la Radio è in salute

Radio News

Radiocompass 2017: la Radio è in salute

In questi giorni Milano e Roma hanno ospitato Radiocompass 2017, l’evento dedicato all’analisi della Radio. La terza edizione dell’evento è partita a Milano il 23 maggio, con l’intervento di Roberto Binaghi (Chairman e CEO di Mindshare), in riferimento numerosi dati riguardanti la Radio negli ultimi anni, che la vedono come un “mezzo in salute”, capace di entrare “dentro le persone”.

Tanto per cominciare, dal 2014 al 2016, come apprendiamo da ilsole24ore.com, la Radio ha registrato un aumento di ascolti del 3,5% nel giorno medio, e negli ultimi 4 anni, la raccolta pubblicitaria ha avuto un incremento del 12,8%. Sempre secondo i dati raccolti, il 53% delle persone, ad esempio, dichiara di aver scelto l’auto da comprare grazie ad uno spot passato in radio, come il 70% delle persone per il settore viaggi.

Oltre a Roberto Binaghi, durante la giornata milanese è intervenuto anche Vincenzo Russo (Responsabile del Centro di ricerche di Neuromarketing, Behavior and Brain Lab dello Iulm), che ha spostato la discussione sul Neuromarketing, in relazione alla Radio. Grazie ai dati raccolti dall’università Iulm di Milano, su oltre 600 individui, divisi in base alla loro fruizione dei mezzi di comunicazione, è risultato che la Radio è in grado di istaurare una relazione profonda con i suoi ascoltatori, per un alto coinvolgimento a livello sia di memoria, che di emozioni.

Ascoltare uno spot pubblicitario in radio, prima di vederlo in televisione, ad esempio, porta ad un attenzione più alta nel cliente. Il piacere indotto dall’ascolto della musica, inoltre, stimola il rilascio di dopamina, e la radio è il mezzo di comunicazione che fa maggior uso della musica.

All’evento, promosso da Mindshare e FCP-Assoradio, con la collaborazione delle concessionarie radiofoniche Manzoni, Mediamond, Openspace, Rai Pubblicità, RDS Advertising, System24 e Teamradio, erano inoltre presenti alcune delle principali radio italiane, come RTL 102.5, RadioMediaset, RDS e Radio Italia, che a settembre 2017 riceveranno ulteriori dati riguardanti la salute della Radio, elaborati da Gfk ed Eurisko.

La giornata milanese si è conclusa con uno speciale panel, che ha avuto per protagonisti i principali volti della Radio italiana. Linus (Radio Deejay), Daniele Bossari (Radio Italia), Ringo (Virgin Radio), Nicoletta De Ponti (RTL 102.5), Luca Viscardi (Radio Number One), Rossella Brescia (RDS), Matteo Caccia (Rai Radio2) e Giuseppe Cruciani (Radio24), si sono infatti confrontati su un tema molto attuale, vale a dire il sempre più stretto rapporto tra radio e universo social. Un mondo che permette di avere un feedback sempre più rapido da parte dell’utente, e che influenza sempre di più la scelta dei contenuti da mandare in onda.

Articolo a cura di Vittoria Marchi