RDS Academy ritorna a Maggio con Giuseppe Cruciani

Radio News

RDS Academy ritorna a Maggio con Giuseppe Cruciani

Secondo un docente spagnolo di psichiatria e psicologia medica, un tale Francisco Fernández,  il cosiddetto “genio creativo” viene riconosciuto solo nel momento in cui manifesta la sua originalità e la creatività, senza idealizzazioni preconcette, costituisce un processo complesso e lineare che parte dalla capacità di saper creare e comunicare idee. In ambito radiofonico, poi, il “genio” si riconosce dalla sua abilità comunicativa.

E sono tanti gli aspiranti radiofonici che, negli anni, si stanno cimentando nell’arte radiofonica con grandi sacrifici, passione e lunghe gavette. Per chi non può fare a meno di “comunicare”, quindi, è partito gioco forza il desiderio, la voglia di provare con l’ormai collaudato RDS Academy.

Programma televisivo di punta per aspiranti speakeradiofonici, nato dalla collaborazione tra Rds, Vanity Fair e Sky Uno. Una accademia unica  per formare professionisti della comunicazione radiofonica che si basa su vari pilastri: formazione tecnica, dizione, improvvisazione, lingua inglese, cultura musicale, capacità di sintesi e comunicazione. Non occorrono particolari doti individuali, ma solo una bella voce, tanta curiosità e capacità di adattamento.

Dopo la prima edizione dell’anno scorso che ha portato alla vittoria la giovane e promettente varazzina Giuditta Arecco, ora conduttrice di successo di RDS, concedendo grande apertura anche ad altri finalisti che si sono ritrovati, pur non avendo vinto, in importanti realtà radiofoniche, è arrivato il momento del count down per la prossima edizione, prevista in partenza il prossimo 4 Maggio.

Le selezioni preliminari sono state ultimate, sono stati visionati più di  5 mila video e i casting finali che apriranno le danze televisive prevedono la partecipazione di ben 50 candidati per un massimo di 8 concorrenti finali ammessi all’accademia. Un percorso duro, impegnativo e, ad ostacoli, ma molto stimolante e pieno di promesse che non esime da prove ad eliminazione come in ogni buon Talent Show che si rispetti.

Staremo a vedere le possibili novità di quest’anno che parte comunque tra  immancabili lezioni di alto profilo, simulazioni professionali, studio intenso e partecipato e le tanto temute prove.

Quello che si sa per certo, al momento, è la costituzione della giuria, o meglio, dei coach: riconfermati il cantante e conduttore romano Matteo Maffucci (Zero Assoluto) e la conduttrice radiofonica toscana di RDS Anna Pettinelli, mentre al posto del comico Giovanni Vernia, attualmente alle prese con un nuovo progetto di web series e clip comiche per il web, quest’anno ci ritroviamo il conduttore radiotelevisivo Giuseppe Cruciani, noto per il programma di attualità “La zanzara” di Radio24.

Un programma radio dissacrante e senza tagli per una conduzione sopra le righe che ha reso celebre il giornalista Cruciani in tutta Italia. Esperto di politica nazionale, protagonista di gossip spesso imbarazzanti, creativo e folle nella conduzione, è riuscito per anni ad essere al centro dei riflettori mediatici della nostra radiofonia, convincendo il grande pubblico.

Ci si prospetta, quindi, una stagione accademica esuberante e accesa, ma anche un viaggio affascinante e mai scontato. Sicuramente la sua presenza sarà di sprono per i concorrenti e, soprattutto, per il futuro conduttore di RDS. Diciamola tutta la gavetta vera inizia proprio con RDS Academy.

A questo punto non possiamo che metterci in coda e attenderne la prima serata e per chi non ha potuto partecipare quest’anno oppure non è stato scelto questa edizione fornirà spunti e nuove idee per provarci o riprovarci con convinzione l’anno prossimo. In fondo per i più fortunati “ chi la dura la vince”!

 

Articolo a cura di Nicoletta Zampano