Roberto Ferrari: da Ciao belli al Ferro social

Radio News

Roberto Ferrari: da Ciao belli al Ferro social

Un tempo, Chaung-tzu sognò di essere farfalla, volava libero, filled with joy, come una farfalla, si spingeva ove desiderasse, non sapeva più d’essere Chaung-tzu, ma poi, improvvisamente, percepì e si svegliò, tornò in sé, ridivenne cosciente: era Chaung-tzu, il dilemma: ignorava se prima era Chaung-tzu a sognarsi farfalla, o adesso una farfalla a sognarsi Chaung-tzu, tra Chaung-tzu e la farfalla c’è, si, una differenza, solo la metamorfosi di una cosa in un’altra”( Il sogno della farfalla: incursioni nel non pensiero- Leonardo Vittorio Arena)

La realtà onirica è indefinibile, difficile da decifrare, eppure così semplice nella sua essenza da emozionare. Per molti questo è il tempo di “sognare” le sospirate vacanze balneari con tanto di ombrellone, crema abbronzante e “radiolina portatile” al seguito. Ci si immagina sintonizzati sul canale preferito ad ascoltare musica a palla per rilassarsi con energia e solarità e, per alcuni ci si può ritrovare a sentire un dj set radiofonico speciale in cui tra comicità satirica, surreale e molteplici personaggi da cartone ci si riprende scherzosamente in allegria. Nessun pensiero di troppo, ma solo il piacere di ridere a crepapelle con i propri speaker o dj preferiti. In particolare quando si ascolta un programma storico diRadio Deejay come Ciao belli, presentato da un duo folle come Roberto FerrariDj Angelo ci si sorprende a canticchiare sottovoce la sigletta sbarazzina dello show “Questo è Ciao belli, grande programma con Dj Angelo e quell’altro non ricordo il nome, non ricordo…non ricordo” e si ritorna, momentaneamente, dei ragazzini alle prese con il proprio cartone animato preferito.

Da una parte i classici messaggi letti in diretta con tanto di commento ironico, dall’altra le finte pubblicità provocatorie e strane come quelle piccanti del Sexy Shop Valentino finiscono per far ridere di gusto con la complicità di una carrellata infinita di personaggi comici e spiazzanti che, tra il divertito e lo sfacciato, se ne inventano di tutti i colori, strappando consensi. Al suono simbolico della nota poesia leonina “Hakuna Matata” della Disney la diretta radio si ascolta perfettamente in pantofole da strada. Niente di meglio per chi si ritrova disteso su un lettino in spiaggia a gustare il profumo di salsedine e la filigrana sabbiosa. E in fondo resta un’ottima scelta anche per chi, sognatore, resta a casa o in ufficio e desidera scacciare malinconie e problemi con le simpatiche voci di Ciao belli in sottofondo.

Roberto Ferrari, voce storica di Radio Deejay, resta un sognatore per eccellenza, basta ricordarsi del suo desiderio di diventare astronauta, un grande sogno su cui ha scherzato allegramente anche in un suo libro Volevo essere Yuri Gagarin e invece ho fatto il dj di cui vi abbiamo parlato qualche tempo fa sul nostro blog, la sua passione per la radio gli ha regalato negli anni molte soddisfazioni, contribuendo a creare la prima radio talk “Non avremmo problemi a fare un'ora di solo parlato La gente ci segue non per la musica, che è simile in tutte le grandi radio, ma per la nostra personalità. Non abbiamo il timer, come le altre radio; non dobbiamo smettere di parlare dopo un certo numero di secondi. Parliamo fino a quando sentiamo che è ora di mettere su una canzone. Insomma, siamo una radio che osa. E questo viene apprezzato. Dj Angelo, il co-conduttore, ed io ci divertiamo da pazzi. Così si divertono anche gli ascoltatori. Che sono affezionati, ma anche attenti e severi: se ci ripetiamo ci cazziano. Perché ci vogliono bene. E sentono che siamo i loro amici: ci ascoltano ogni giorno, siamo diventati quasi parte della loro famiglia

Dal supereroe padovano Capitan Spritz che con la sua Spritz mobile salva i padovani in pericolo, al napoletano youtuber Luca Spargisale che spiazza sempre con battute ironiche al vetriolo lo show già si rianima, ma la corsa prosegue con il dietologo Marino Tronchetti e le sue improbabili diete e il tassista romano “Er palla de vetro” e, il tempo passa così velocemente che, non ci si accorge neppure della fine della diretta. Poi ai personaggi da fumetto si aggiungono le imitazioni di grandi personalità come Papa Francesco, J-Ax e il veterano Giampiero Galeazzi che, condiscono la miscela radiofonica zuccherina con ironia goliardica. Ciao belli diventa così un mix di personalità che trasmette simpatia e buon umore in modo semplice e, a volte, sopra le righe.

Alla radio, recentemente, Ferrari ha aggiunto anche un social media che coniuga radio, televisione e web in tempo reale. La ROBERTO FERRARI TV o Ferro Social risulta un canale interattivo "social" di comunicazione televisivo-digitale che, come un qualsiasi social network, permette all’utente registrato di accedere ad una serie di servizi di condivisione in cui rientra anche la possibilità di creare un proprio programma web televisivo in modo semplice e divertente da condividere con i propri amici. Il Ferro social può definirsi una realtà rivoluzionaria e bizzarra che, sicuramente, sarà apprezzata dai numerosi fans di Ferrari.

Il tempo con la compagnia Ferrari porterà sicuramente altre possibili sorprese, c’è solo da attendere, divertendosi.

Articolo a cura di Nicoletta Zampano