Il ruolo del Sound Designer in un libro

Libri sulla Radio

Il ruolo del Sound Designer in un libro

L’identità sonora, la riconoscibilità all’ascolto, l’immagine di una emittente radiofonica sono indicate dal sound con cui essa si propone al pubblico: musica, talk, jingle, sigle, promo, spot pubblicitari.

La creazione di questi elementi sonori è affidata al sound designer, figura professionale e creativa che ha il compito di curare la selezione di suoni e musiche, di mixarli tra loro e con il parlato in base alla mission e all’espressione del target a cui si rivolge la singola emittente radiofonica.

In Italia i primi studi di produzione audio specializzati nel sound design radiofonico sono nati nella seconda metà degli anni Ottanta e ad oggi la cura del suono rappresenta uno degli aspetti fondamentali della comunicazione moderna tanto che le radio hanno ne fatto la propria ragione strutturale.

Alberto Morelli, Stefano Scarani ed Elisa Giardina Papa, docenti presso la Facoltà del Design del Politecnico di Milano, hanno elaborato un testo che spiega il ruolo del sound designer a contatto con strutture e macchine per la progettazione del suono.

“Sound design. Il suono come progetto”, Pitagora editrice, cerca di tracciare le prospettive da cui un sound designer deve partire per realizzarsi come professionista. È un libro aperto che affianca al supporto cartaceo anche quello della rete: l’analisi dei temi affrontati tra le pagine del manuale continua sul sito www.tangatamanu.com/sounddesign quale appendice dinamica in costante aggiornamento.

Gli autori si dividono le argomentazioni tra elementi di acustica e tecnologia audio e excursus storico della figura del progettista del suono. Il volume poi è arricchito con dialoghi con esperti del settore.

In un mondo sommerso da dinamiche sonore sempre più globalizzate è il sound designer che può fare la vera differenza grazie alla sua creatività.

 

 

Articolo a cura di Donatella Santo